LaPresse/Alessandro La Rocca

Danilo Petrucci lancia l’allarme in caso di pomeriggio bagnato a Spielberg, i piloti potrebbero anche non scendere in pista per le FP4 in caso di pioggia

Sale la preoccupazione nel paddock di MotoGp in vista del pomeriggio, quando la pioggia potrebbe condizionare la quarta sessione di prove libere e le Qualifiche del Gp d’Austria. A lanciare l’allarme è Danilo Petrucci che, intervistato da Sky Sport MotoGp, ha svelato come molti piloti potrebbero decidere di non scendere in pista per le FP4 evitando quanto accaduto ieri durante la sessione di Moto2.

LaPresse/EXPA

In Safety Commission ieri abbiamo parlato del problema dell’asfalto scivoloso – commenta il pilota della Pramacc’è stato proposto di cospargere la pista con della sabbiolina, ma anche questo ha il suo lato negativo. Il problema è che in questa pista girano le macchine ch,e frenando molto forte, appiattiscono l’asfalto rendendolo molto più scivoloso in caso di bagnato. Era stato proposto di lavare la pista stanotte ma il timore era che poi non si asciugasse questa mattina. Nel caso in cui piova, vedremo le condizioni ma se fossero come ieri in Moto 2 non sarebbero accettabili. A meno che non siano le qualifiche, penso che nessun pilota scenderà in pista per assaggiare l’asfalto. Se pioverà ci riuniremo ancora. Il Flag to Flag? Vorremmo cambiare la regole. E’ stato proposto di abbassare il limite a 40 km/h e mettere il lollypop ma non per il pilota fermo ma per avvisare quello che arriva. Vedremo cosa si può fare”.