LaPresse/EFE

Marc Marquez analizza la prima giornata di prove a Silverstone, commentando le cadute e il nuovo metodo di cambio moto per le gare flag to flag testato dai suoi colleghi

Terminata la prima giornata di prove libere a Silverstone. Se nel mattino inglese il più veloce è stato Maverick Vinales, nel pomeriggio è stato il padrone di casa Cal Crutchlow a piazzarsi davanti a tutti, seguito dai due piloti Yamaha, Valentino Rossi e il suo collega spagnolo, rispettivamente secondo e terzo.

LaPresse/EXPA

Quinto posto invece per Marc Marquez, protagonista di ben due caduta, una all’inizio e una al termine della seconda sessione di prove: “la prima caduta ho fato un po’ di casino, era tutto pianificato bene, ma la gomma forse era fredda ancora, pensavo che era a posto, era la gomma fredda, ho battuto forte, ma dai, poi è andata bene, la seconda moto era completamente diversa e non mi sentivo a posto, abbiamo provato per l’ultima uscita a fare un cambio, la sentivo al limite, alla fine sono caduto, vediamo di trovare un buon set up per domani, speriamo che vada meglio e speriamo di lavorare bene“, ha spiegato il campione del mondo in carica ai microfoni di Sky Sport.

LaPresse/EXPA

Questa mattina ho girato tanto con la morbida dietro, non era male, ma il sole oggi era caldo, Vinales ha girato bene con la morbida, poi ho usato la media 4 giri la dura 4 giri e così è impossibile vedere come calano e domani sarà importante per capire cosa usare“, ha aggiunto riguardo la scelta delle gomme prima di commentare il nuovo metodo di cambio moto per il flag to flag testato dai suoi colleghi al termine delle Fp2: “è difficile dirlo perchè non l’ho provato, a vista preferisco l’altro, ma non perchè sono facilitato, così penso che più più svantaggiato chi rientra primo, pechè deve aspettare tutti quelli dietro e se arrivano tutti in fila perdi anche 4 secondi, e gli incroci sono più aggressivi, e adesso dobbiamo parlarne bene in safety commission“.