LaPresse/EFE

Nella conferenza stampa di presentazione del British Gp, Marc Marquez ha risposto a diverse domande dei media in merito al Gp di Silverstone, ritornando poi sul duello in Austria con Dovizioso

Si prospetta un weekend all’insegna dei motori: MotoGp e F1 si dividono infatti il fine settimana di gara che sta per iniziare. Se le quattro ruote sfrecceranno in Belgio, i campioni delle due ruote si sfideranno a Silverstone. Arrivano sicuramente col sorriso in terra britannica Dovizioso e Marquez, dopo lo spettacolare duello della scorsa gara in Austria, un po’ demoralizzati ma sempre con un pizzico di fiducia a cui rimanere aggrappati invece i piloti Yamaha.

In attesa che si accendano domani i motori per le prime sessioni di prove libere, i piloti hanno incontrato oggi la stampa per raccontare le sensazioni con le quali arrivano a Silverstone. Il primo a rispondere è subito Marc Marquez, che interviene in merito al duello al cardiopalma con Dovizioso nello scorso GP per poi concentrarsi sulla prossima gara: “in Austria è stata davvero un’ottima gara. Io l’ho guardata e riguardata da casa sul divano ed effettivamente è stato bello. Dovi è stato davvero velocissimo, ne ha avuto più di me che ci ho provato fino alla fine. Ho comunque preso tanti punti e sono contento. Adesso siamo qui a Silverstone: l’anno scorso non male, ho avuto qualche problemino in gara ma c’ero, ero vicino al podio, l’obiettivo questa volta è arrivare sul podio. Le condizioni atmosferiche saranno un grande punto di domanda, cercherò di fare del mio meglio“.

Il pilota della Honda ha spostato poi l’attenzione su Vinales: “è uno dei circuti pià difficili del calendario, è molto lungo e impegnativo a livello di condizioni fisiche ed è complicato portare le gomme a temperatura. Mi sono trovato bene qui e da quando sono in MotoGp, dal 2014, so che effettivamente può essere un weekend particolare perchè Maverick può essere molto forte su questo tracciato ma io proverò a gestirlo, cercherò di lavorare al meglio al box, cercherò di essere pronto per domenica“.

In merito alla decisione di spostare il Gp britannico a Donnington, Marquez ha un’opinione ben precisa: “Silverstone è un gran tracciato. Per il futuro, già dall’anno scorso se ne parlava, se dovessimo continuare qui si dovranno fare dei cambiamenti perchè ci sono troppi avvallamenti. Donnington è un ottimo tracciato, un po’ più piccolo, mi piace molto: per me non ci sarebbero problemi. L’importante è avere una gara in Inghilterra“.

Sul flag to flag lo spagnolo invece non si sbilancia: “cosa faremo in caso di flag to flag? Non so se possiamo dirvelo. Faremo un test con il nuovo sistema e dopo averlo provato io darò la mia opinione. Così, sulla carta, non mi piace, però voglio provarlo e poi dirò cosa ne penso“.

Più interessante invece la questione meteorologica che, in caso di pioggia, potrebbe favorire la Ducati di Dovizioso ma che non spaventa Marc: “la Ducati va sempre bene sul bagnato e Dovi in condizioni di bagnato va veloce. Io nel 2015 qui ero secondo sul bagnato, poi sono caduto, ma c’ero arrivato. L’anno scorso in FP4 c’era la pioggia ma ero a mio agio. Certo però preferisco l’asciutto“.

Infine una curiosa domanda social: “quale gara vorrei correre di nuovo? Ci sono molte gare che mi piacerebbe rivivere. Alcune divertenti come la sorsa con Dovi, ma quella che mi è piaciuta di più è quella del 2013 a Montmelò perchè ho lottato con Lorenzo in una parte della gara, in un’altra contro Valentino e infine contro Dani e sono riuscito a vincere. È stata una bella gara e mi è piaciuta molto perchè ho lottato con i top drivers”.