LaPresse/EXPA

Le parole di Valentino Rossi mandano in allarme tutti i suoi fan: il Dottore realista alla vigilia del Gp di Silverstone?

Si prospetta un weekend all’insegna dei motori: MotoGp e F1 si dividono infatti il fine settimana di gara che sta per iniziare. Se le quattro ruote sfrecceranno in Belgio, i campioni delle due ruote si sfideranno a Silverstone. Arrivano sicuramente col sorriso in terra britannica Dovizioso e Marquez, dopo lo spettacolare duello della scorsa gara in Austria, un po’ demoralizzati ma sempre con un pizzico di fiducia a cui rimanere aggrappati invece i piloti Yamaha.

In attesa che si accendano domani i motori per le prime sessioni di prove libere, i piloti hanno incontrato oggi la stampa per raccontare le sensazioni con le quali arrivano a Silverstone.

LaPresse/EXPA

Non è presente alla conferenza stampa, ma ha incontrato i giornalisti nel classico debrief Yamaha Valentino Rossi, che si appresta a disputare la sua 300ª gara nella categoria: “il numero è una soddisfazione, ma anche abbastanza triste, mi fa ricordare quanto sono vecchio, ma sono più importanti i numeri delle vittorie e dei podi, quindi cercare di fare il massimo anche qua e riuscire a fare un buon weekend“, ha infatti dichiarato il Dottore ai microfoni di Sky Sport.

LaPresse/EXPA

Impossibile poi non parlare della giornata di test di domenica scorsa a Misano: “sono andati bene, abbiamo lavorato tanto per la gara, che sarà importantissima dato che corriamo in casa, dobbiamo metterci più impegno del solito, è stato un buon test, siamo andati forte, abbiamo provato cose anche per l’anno prossimo, ma ci siamo concentrati sul setting ed è stato un test positivo, c’era il primo prototipo della moto dell’anno prossimo e menomale, mi sono trovato abbastanza bene“, ha aggiunto il campione di Tavullia.

LaPresse/EXPA

Il nove volte campione del mondo è poi apparso forse un po’ demoralizzato, ma sempre col sorriso in volto: Valentino Rossi ha fatto intendere che ormai per lui non è più possibile vincere il titolo. “Penso che per come sto andando quest’anno e i punti che ci sono di distacco sarà molto difficile, ma ci sono molte gare, prima di pensare al mondiale bisogna pensare di essere competitivi e salire sul podio di essere sempre là davanti sennò si fa fatica

LaPresse/EXPA

“Abbiamo parlato tanto con i nostri ingegneri, sia io che Vinales abbiamo cercato di spiegare quello che secondo noi è da migliorare, c’è tanto lavoro da fare, ci vorrà un po’ di tempo, andiamo incontro ad un periodo tecnico difficile, perchè sembra che sia Honda che Ducati abbiano fatto un bello step soprattutto con le gomme usate, quindi facciamo più fatica, bisogna stringere i denti, ma dall’altra parte penso anche che in alcune piste possiamo essere competitivi e lì finchè non mettiamo le gomme sull’asfalto non lo sappiamo ma speriamo che qua a Silverstone riusciamo a stare lì davanti“, ha concluso Valentino Rossi.