LaPresse/Alessandro La Rocca

Andrea Dovizioso felice e sereno in vista del Gp di Silverstone: le sensazioni del forlivese in conferenza stampa

Si prospetta un weekend all’insegna dei motori: MotoGp e F1 si dividono infatti il fine settimana di gara che sta per iniziare. Se le quattro ruote sfrecceranno in Belgio, i campioni delle due ruote si sfideranno a Silverstone. Arrivano sicuramente col sorriso in terra britannica Dovizioso e Marquez, dopo lo spettacolare duello della scorsa gara in Austria, un po’ demoralizzati ma sempre con un pizzico di fiducia a cui rimanere aggrappati invece i piloti Yamaha.

LaPresse/EXPA

In attesa che si accendano domani i motori per le prime sessioni di prove libere, i piloti hanno incontrato oggi la stampa per raccontare le sensazioni con le quali arrivano a Silverstone. “Quello di Silverstone è un tracciato bellissimo, sicuramente, è molto lungo, difficile, ci sono molte linee, molti avvallamenti, il clima inglese, non è facile gestire tutte queste condizioni insieme, ma è molto bello. L’anno scorso è stata una gara stana, quest’anno spero sia diverso, siamo molto più competitivi ma ci sono molti piloti col passo simile al nostro, siamo molto rilassati e felici, vedremo cosa può accadere“, queste le prime parole di Andrea Dovizioso in conferenza stampa.

LaPresse/EXPA

Io spero tanto si possa ripetere una gara come quella in Austria, è stato fantastico, ho fatto 8 giri davanti, ero completamente concentrato, sulla mia traiettoria, cercavo di essere precisissimo e veloce, l’ultima curva è stata folle. In questo weekend comunque ci saranno anche altri che potranno essere veloci, come ogni weekend è una storia diversa, penso che sarà un ottimo weekend perchè sembra che ci saranno buone condizioni di tempo“, ha aggiunto il ducatista prima di escludere ogni possibilità di ‘ordini di scuderia’: “è una cosa che non mi piace mai vedere, soprattutto sulla moto, a Silverstone non è il momento per pensare a queste cose nè per pensare in questo modo“.

LaPresse/EFE

“Sembra che abbiamo un buon grip all’inizio quando abbiamo la gomma nuova e possiamo essere veloci anche se non spingiamo al 100%, quindi quando sei veloce nelle prove riesci a gestire le soft, senza spingere troppo, come ho fatto in Austria, ma questa cosa non succede sempre. La mia vita è ovviamente migliorata, le persone mi guardano in modo diverso, quando inizi a vincere poi in questo mondo le cose cambiano, io non sono completamente d’accordo ma è così che vanno le cose, sono felice anche per i risultati, che sono la conseguenza del duro lavoro di tutti, io ho migliorato il mio modo di gestire il weekend, ma siamo riusciti anche migliorare la base della moto dell’anno scorso“, ha continuato Dovizioso prima di rispondere alla domanda social, nella quale è stato chiedo al forlivese quali sono stati i momenti più frustranti della sua carriera: “ne ho avuti parecchi, 2006 ero in 250, secondo anno, le ultime gare lottavo per il campionato, è stato frustrante, non mi sentivo bene sulla moto e quando non ti piace correre sulla moto non è bello, ma anche il primo anno con la Ducati è stato difficile, è per questo che adesso è bello trovarmi in questa situazione“.