Keita, LaPresse
Keita, LaPresse

Continua la guerra di nervi tra Tare e Keita: il futuro del’attaccante della Lazio si arricchisce di un nuovo particolare

keita lazio
LaPresse/Alfredo Falcone

Lazio-Keita, che intrigo – Una guerra di nervi, un muro contro muro e una situazione davvero intrigata. Quale sarà il futuro di Keita? A provare a fare il punto della situazione è il ds della Lazio Tare ai microfoni di Sky Sport: “Keita è un giocatore della Lazio. Su di lui ci sono squadre importanti europee e non europee. Però in questo momento c’è un muro contro muro, soprattutto da parte del suo agente. Abbiamo tanta fiducia e tanta pazienza. Ogni decisione sarà per il bene di tutti quanti, incluso il giocatore. Perchè da questa storia nessuno esce vincitore, perciò uso il buon senso. Spero di trovare una soluzione per il giocatore, ma anche per la Lazio”.

LaPresse/Marco Bucco

Lazio-Keita, che intrigo – Tare poi prosegue: “non dobbiamo scordare che Keita è un giocatore arrivato a 15 anni in Italia e la nostra società gli ha dato tantissimo. Penso che debba tenerne conto ed essere riconoscente. Al tempo stesso anche noi siamo consapevoli che lui sia cresciuto tantissimo e abbia aspettative importanti, però va trovata una soluzione per il bene di tutti. Se il giocatore vuole prolungare il contratto lui sa qual è la volontà della società. Ma al tempo stesso, se ci sono delle offerte che accontentano la Lazio noi siamo disposti a prenderle in considerazione“, ha concluso il dirigente della Lazio.