Giro d’Italia: Jan Bakelants preoccupato per la partenza della carovana in rosa nel 2018

Jan Bakelants LaPresse/Reuters

Jan Bakelants, ciclista dell’Ag2R La Mondiale, non vede di buon occhio la partenza da Gerusalemme del Giro d’Italia 2018

LaPresse/Reuters

Jan Bakelants è preoccupato per la partenza del Giro d’Italia, edizione numero 101, da Gerusalemme. Il ciclista dell’Ag2R La Mondiale non vede di buon occhio questa indiscrezione a causa delle difficoltà logistiche che le squadre e corridori dovranno affrontare. Secondo indiscrezioni in Israele ci saranno due tappe: cronometro iniziale e prima tappa con arrivo a Tel Aviv per poi volare in Italia. Effettivamente se la partenza del Giro d’Italia sarà a Gerusalemme ci saranno molti problemi per sposare la carovana in rosa. E proprio di questi ‘disagi’ il belga ha svelato il suo pensiero: “mi ha dato fastidio che non si chiede mai il parere nostro. Siamo noi che facciamo spettacolo nelle strade. Molti anni fa si palesava una partenza della corsa in città lontane come New York o in Giappone. Forse questa volta si realizza un avvio da molto lontano – ha dichiarato Jan Bakelants come riportato da Sporza -. L’organizzazione dovrà essere impeccabile perché le squadre dovranno portare ammiraglie e gli equipaggiamenti. In più farà molto caldo e ci servirà box refrigeranti e molte altre necessità”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE


FotoGallery