LaPresse/Photo4

Max Verstappen pronto per il Gp di casa, ma in conferenza stampa non mancano le stoccatine dell’olandese alla Red Bull

L’attesa è finalmente terminata: dopo una lunga pausa estiva, la F1 torna protagonista. Un weekend ricco di emozioni, all’insegna dei motori: le quattro ruote dovranno infatti ‘dividersi’ il fine settimana con la MotoGp. I primi a scendere in pista saranno i campioni della F1, che si sfidano a Spa Francorchamps, per il Gp del Belgio, dodicesimo appuntamento della stagione 2017.

Photo4

Oggi la conferenza stampa dei piloti con Max Verstappen protagonista perchè, insieme a Vandoorne, corre il suo Gp di casa. Tantissimi infatti gli olandesi che approderanno in Belgio per fare il tifo per il loro idolo. Verstappen non ha risparmiato qualche frecciatina al suo team, che quest’anno sta avendo diversi problemi: “sono mai stato in seconda fila quest’anno? non lo so, credo che sarà difficile quest’anno ma non si può mai sapere, sappiamo che la Red Bull va piuttosto bene su questa pista dobbiamo aspettare prima di poterlo vedere, sarà un weekend speciale per me, con tantissimi piloti su questa pista, non vedo l’ora”, ha esordito l’olandese rispondendo a chi gli ha domandato se potrà ripetere la prima fila dello scorso anno.

LaPresse/Photo4

Dobbiamo andare in pista, vedere come sarà il bilanciamento della gomma, proveremo vari set di gomme, capiremo il degrado e capiremo il degrado dopo di che approfondiremo il lavoro per il weekend. Credo che avrò una pressione positiva a causa del grande tifo, è sempre bello vedere così tanti tifosi, in qualifica quando tagli il traguardo, si spera esultino, l’anno scorso l’hanno fatto, mette pressione ma devi essere in grado di tradurlo in qualcosa di positivo“, ha aggiunto Verstappen.

Mi piace molto il secondo settore con tante curve veloci consecutive, quello è sicuramente il punto più bello, l’Eau Rouge è molto bella sicuramente, il settore più difficile direi che è il settore 2 ma dipende dal bilanciamento che hai in macchina”, ha aggiunto il pilota della Red Bull che ha poi ammesso di non aspettarsi miracoli con i nuovi aggiornamenti sulla sua monoposto: “credo che onestamente si ha un cambiamento minore, un’ottimizzazione, non mi aspetto alcun miracolo di nessun tipo qui, è una questione di mappature e controlli, non è che hanno dato più cavalli“.

Impossibile non commentare poi l’incidente con Ricciardo nella gara di Budapest: “cerchi di imparare da quello che accade, analizzi bene tutto per capire, ma poi volti pagina e cerchi di migliorare. subito dopo la gara abbiamo parlato, abbiamo chiarito i rispettivi punti di vista, abbiamo condiviso le nostre opinioni, dopo di che siamo andati in vacanza e ho rivisto Daniel quest’oggi, siamo dei piloti che gareggiano in pista ma alla fine non stiamo lottando per il campionato quindi la situazione è diversa, continuiamo quindi cercando di andare a punti entrambi“, ha affermato Verstappen prima di spiegare i suoi obiettivi per il resto della stagione: “credo che il mio approccio sia di gara in gara e cercherò sempre di raggiungere sempre il migliori risultato possibile, non posso guardare al campionato ma cercherò di fare tutto il meglio che posso in ogni weekend, e questo spero ci possa portare in una posizione migliore in ottica dell’anno prossimo“.