LaPresse/Photo4

Secondo alcune indiscrezioni circolate nel paddock, la Ferrari starebbe già da tempo rispettando le nuove direttive sul consumo dell’olio riuscendo comunque a mettere in difficoltà la Mercedes

Solo un anno fa Monza rischiava di non ospitare più un Gran Premio di Formula 1, tante erano le incognite e le lacune da colmare per evitare un addio davvero doloroso.

LaPresse/Photo4

Tutti i tasselli, però, sono andati fortunatamente al loro posto e, da domani, partirà il week-end dell’88° Gp d’Italia. In pista si rinnova il duello tra Ferrari e Mercedes, coinvolte in una lotta senza esclusione di colpi sia nel Mondiale piloti che in quello Costruttori. La rincorsa che vede protagonisti Vettel ed Hamilton è quella che entusiasma di più i tifosi e gli appassionati, impazienti di vederli sfidarsi sul circuito più veloce dell’intero calendario. Nonostante la vittoria della Mercedes a Spa, la Ferrari si prepara al Gp di Monza con rinnovato ottimismo, vista la prestazione di Vettel e Raikkonen su un circuito con caratteristiche favorevoli ai rivali. Anche la questione olio sembra non spaventare più il team di Maranello, indipendentemente dall’articolo 23.3b del regolamento secondo cui le power unit introdotte prima o a Spa saranno soggette alle vecchie regole ovvero potranno consumare 1,2 litri per 100 km; quelle da Monza in poi solo 0,9.

LaPresse/Photo4

Secondo alcune indiscrezioni infatti, sembra che la Ferrari starebbe rispettando la direttiva ‘obbligatoria’ da domenica, riuscendo comunque a mettere in difficoltà la Mercedes. Una situazione davvero intrigante per gli uomini in rosso che, se così fosse, potrebbero guardare con occhi diversi queste ultime gare in calendario.