LaPresse/XinHua

La limitazione dell’uso dell’olio dal Gp di Monza per le monoposto di F1 fa discutere, la Mercedes ha provato a raggirare il regolamento, ma ora la FIA ci mette una pezza

La decisione della limitazione dell’olio sulle monoposto di Formula Uno diventa una regola. La normativa Fia che entrerà in vigore dal Gp di Monza infatti non permetterà più alle scuderie di usare questa importante componente a proprio piacimento, anzi… La Federazione di Formula Uno infatti ha posto un vero e proprio limite da rispettare. La Mercedes dal canto suo, montando il quarto motore a sua disposizione, a Spa per il Gp di Belgio, avrebbe potuto raggirare il regolamento.

La regola infatti non avrebbe potuto avere effetto retroattivo. Una furbata quella dei dirigenti delle Frecce d’argento che fino a ieri sembrava un escamotage davvero intelligente, ma che ora mostra la verità. La Ferrari e non solo, come prevedibile, si sono lamentate alla scoperta del trucchetto usato dalla scuderia tedesca e per questo hanno attirato le attenzioni della Fia sul caso. Charlie Whiting, direttore di prova della FIA, ha dichiarato a Michael Schmidt di Auto Motor und Sport, che: “tutti i motori che saranno utilizzati dal GP d’Italia dovranno sottostare alla nuova prescrizione tecnica che limiterà il consumo dell’olio a 0,9 litri per 100 km”. 

Dunque ora chi potrebbe essere indignato non è più la Ferrari, bensì la Mercedes che fino a ieri aveva creduto di aver trovato la chiave per essere avvantaggiata sui competitor per tutto il proseguo del campionato.