LaPresse/Photo4

Il Gran Premio di Belgio è vinto da Lewis Hamilton, Sebastian Vettel è subito dopo di lui: ecco cosa è successo a Spa

Il dodicesimo appuntamento del campionato di Formula 1 è stato caratterizzato dal ritorno dopo la lunga pausa estiva di Vettel e compagni su pista. I motori si sono tornati a scaldare per dare vita ad una gara piena di emozioni sul circuito di Spa-Francorchamps valida per il Gp di Belgio. Con Hamilton in pole e Vettel accanto a lui accelerano le monoposto in lotta per il titolo mondiale che si assegnerà tra 8 gare a fine novembre, ma che è proprio per questo nel vivo della sua rivalità.

I due grandi rivali di questo campionato si sono dati lotta fin dall’inizio, ma l’inglese è rimasto al comando della gara senza troppi intoppi tra pit stop e safety car. Il beniamino della corsa, Max Verstappen, è costretto invece ad abbandonare la gara per lui considerata di casa all’ottavo giro della competizione per un guasto alla sua macchina, il pilota olandese con cittadinanza belga infatti si accosta sulla pista di Spa tra malcontento del pubblico e tristezza generale. Kimi Raikkonn al contrario non decelerando in regime di bandiere gialle proprio sul guasto dell’olandese si becca una penalità di 10 secondi che inficiano la sua gara che però conduce in rimonta.

L’inerzia della corsa cambia quando le monoposto appaiate dall’intervento della safety car per uno scontro tra Ocon e Perez si danno battaglia dall’uscita di pista di quest’ultima che rallentava la loro andatura. Raikkonen riesce a superare Bottas piazzandosi quarto, ma Vettel nonostante abbia montato le gomme ultra soft non riesce a recuperare il gap da Lewis Hamilton. E’ proprio l’inglese infatti il leader del trono di Spa.

Ecco la classifica finale del Gp di Belgio: