LaPresse/Photo4

Una gara incandescente quella di ieri sul circuito di Spa-Francorchamps valida per il Gp di Belgio tra Vettel ed Hamilton: corsa vinta in astuzia e in velocità da Lewis che svela però una manovra ‘scorretta’ fatta per non farsi superare da Sebastian

Hamilton frega Vettel a Spa – Un dodicesimo appuntamento di F1 quello andato in scena ieri sul circuito di Spa-Francorchamps in cui i protagonisti indiscussi sono stati senza ombra di dubbio Sebastian Vettel e Lewis Hamilton. Una gara in pista, che è stata vinta dal pilota inglese, che si è visto però attaccato il pilota della Scuderia di Maranello per tutto il tempo al ‘posteriore’. Come ha fatto Lewis a non farsi superare da una monoposto rossa che anche secondo Hamilton ieri era più veloce?

LaPresse/Photo4

Hamilton frega Vettel a Spa – Colui che ieri ha guidato al meglio la sua freccia d’argento ha ammesso come riporta MotorSport la sua strategia di rallentamento per non farsi incalzare da Vettel. “Quando siamo arrivati alla curva 1 subito dopo la bandiera verde – ha svelato Hamiltonho avuto un piccolo bloccaggio a causa delle gomme fredde. Sentivo la Ferrari vicinissima, così mentre stavamo percorrendo la discesa verso la Eau Rouge sono rimasto al 90% dell’acceleratore, senza spingere al cento per cento. La mia intenzione era quella di far avvicinare Seb al massimo, in modo da costringerlo ad uscire dalla mia scia appena fuori dalla Eau Rouge”. 

Hamilton frega Vettel a Spa – E così è andata, – ha proseguito il pilota – perché all’inizio del rettilineo del Kemmel si è dovuto spostare perché non aveva più spazio, ed una volta uscito dalla scia non è riuscito a prendere la velocità per passarmi di slancio. Sono stato molto contento di questa strategia, perché mi ha permesso di rimanere al comando. Poi sono iniziati una decina di giri che abbiamo percorso a ritmo da qualifica che non sono stati proprio semplici da completare, ma tutto è andato nel migliore dei modi”.