Il Bretagne Classic – Ouest-France è una classica molto difficile da percorrere a causa delle tante montagne in successione. Ecco il percorso e l’altimetria della corsa francese

Il Bretagne Classic – Ouest-France è la classica di fine agosto giunta all’ottantesima edizione. In passato la corsa si chiamava GP Plouay e nel 2000 ha ospitato i campionati del mondo vinti da Romans Vainsteins. Negli ultimi anni, il Bretagne Classic – Ouest-France è stato vinto da corridori importanti come Nibali (2006), Pozzato (2013) Chavanel (2014) Kristoff (2015). L’anno scorso a trionfare è stato Naesen in sella alla IAM Cycling. 

Il percorso del Bretagne Classic – Ouest-France è lungo 241 chilometri con partenza e arrivo nella città di Plouay ed è suddiviso in due parti: una caratterizzata da salite e la seconda dal classico circuito finale di 14 chilometri. In questo tracciato verranno scalati i monti: Merleac (1.9 chilometri con pendenze del 5.3%), Cote de Quillio (1.7 chilometri di pendenza 5.6%), Le Guenault (1.8 chilometri di pendenza 7.6%), Cote de Mellionnec (1.4 chilometri di pendenza 5.2%), Cote de Marta (2.4  chilometri di pendenza 5%) e soprattutto due volte la Cote de Bretagne (2.2 chilometri di pendenza 6%).

Massima attenzione sul Ty Marrac con una breve salita di 1.4 chilometri ma con pendenze medie del 5.2%, punte massime del 10%. Infine i corridori entreranno nel nell’anello finale per affrontare la Cote de Lezot (1.2 chilometri al 4.9% di pendenza) e ancora una volta il Ty Marrac.