LaPresse/Reuters

Cessione Irving, i Cleveland Cavaliers ‘fanno il prezzo’ per lo scontento Kyrie: Suns, Heat e Knicks dovranno pagare caro il cambio di casacca del playmaker dei Cavs

Cessione Irving: 3 offerte per i Cavs – La telenovela in merito alla cessione di Kirye Irving occuperà ancora per diverso tempo l’estate del mercato NBA. Il playmaker dei Cavs, nonostante abbia ancora due anni di contratto, ha chiesto la cessione (sembra) a causa di alcuni dissapori con LeBron James: diversi rumors riportano di un Irving stanco di fare da spalla al ‘Re’ e desideroso di diventare il leader di una franchigia.

Cessione Irving: 3 offerte per i Cavs – Si è scatenata dunque la corsa al playmaker della franchigia dell’Ohio con 3 team interessati, più degli altri, al cambio di casacca di Kyrie. I Cavs non hanno fretta però, si gioca alle loro condizioni e dunque: se i Phoenix Suns vorranno portare Irving in Arizona serviranno Bledsoe, qualche scelta futura e probabilmente il giovane Josh Jackson (che i Suns hanno blindato nei giorni scorsi). I Miami Heat invece dovranno partire da Dragic e Winslow e aggiungere qualche scelta futura nel pacchetto della trade. Ai Knicks invece basterebbe cedere Carmelo Anthony e il rookie Ntilikina (che potrebbe finire ai Suns in una trade a 3).

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE