LaPresse/Belen Sivori

Danilo Gallinari, le scuse, il dispiacere e quella rivelazione: il Gallo svela l’atteggiamento scorretto degli avversari olandesi durante la finale della Trentino Basket Cup 2017

Una brutta tegola per la Nazionale italiana maschile di pallacanestro: Danilo Gallinari salterà l’EuroBasket 2017 a causa della frattura della base del primo metacarpo della mano destra procuratosi col pugno sferrato al suo avversario Kok durante la finale, amichevole, della Trentino Basket Cup 2017, contro l’Olanda.

L’azzurro in un primo momento ha solo commentato sui social quanto accaduto, chiedendo scusa a tutti i suoi compagni, e il giorno dopo ribadisce ancora una volta tutto il suo dispiacere, in particolar modo per la sua squadra, che dovrà fare a meno di lui nell’importantissima rassegna europea.

LaPresse/Belen Sivori

Sono molto dispiaciuto per tanti motivi: primo perché non faccio più parte del gruppo e poi per come l’ho abbandonato. Il gruppo azzurro è come una seconda famiglia ed è inutile dire che mi sento malissimo“, ha dichiarato il Gallo come riportato da La Gazzetta dello Sport.

LaPresse/Belen Sivori

Ho reagito a una gomitata. La reazione va condannata, ma la gomitata c’è stata e che sia stata fortuita o meno non lo sapremo mai. Il problema è che i gomiti volavano alti già da un po’, quando noi tiravamo loro mettevano il piede sotto rischiando di farci male, insomma non stavano giocando per nulla pulito. Di amichevole c’era ben poco, sembrava più che altro lotta. Con questo non voglio cercare alibi, la mia reazione è ingiustificabile, chiedo scusa ai miei compagni, a tutta la Nazionale e anche a Kok. Ho perso il controllo, non mi era mai successo prima e non mi deve succedere mai più“, ha continuato il cestista azzurro che ha in programma adesso una lunga riabilitazione: “ora devo stare fermo, poi comincerò la riabilitazione. L’Europeo lo guarderò in tv. Ho già parlato con tutti i compagni e lo staff: potete immaginare come mi stia sentendo in questo momento“.

LaPresse/Belen Sivori

E’ stato solo un errore, enfatizzato dal fatto che purtroppo mi sono fatto male: sono dispiaciuto più che altro per i miei compagni di squadra, ai quali chiedo scusa. Non meritavano tutto questo. Adesso devo stare fermo con la mano immobile per un po’ e starò a casa, dopo la riabilitazione torno a Los Angeles“, ha aggiunto al Corriere dello Sport