LaPresse/Reuters

Louis Meintjes, della UAE Team Emirates, ha realizzato una buona prestazione nella 12ª tappa del Tour de France

LaPresse/Reuters

Il Tour de France, dopo l’antipasto di settimana scorsa sulle Alpi, entra nel vivo mantenendo i giochi per la vittoria finale più aperti che mai. La dodicesima tappa con arrivo sulla vetta di Peyragudes è stata conquistata dal francese Romain Bardet (AG2R) mentre il corridore della UAE Team Emirates, Louis Meintjes, ha colto la quinta piazza guadagnando una posizione in classifica. Cambio al vertice con l’italiano Fabio Aru che sfila la maglia gialla ai danni di Froome. Salendo verso la vetta finale tutto è accaduto molto velocemente” – dice Louis Meintjes -.“Sono molto soddisfatto della mia performance. In tappe come questa devi pianificare bene ogni mossa e conoscere il percorso alla perfezione, soprattutto quando competi contro squadre forti come il Team Sky, perché il rischio è quello di sprecare energie inutilmente. Certamente la maglia bianca è uno obiettivo, ma ho perso troppo tempo contro Yates nei primi giorni. Però si sa che ogni cosa può accadere in un grande Giro, e io spero sempre per il meglio”.

Domani si correrà una delle tappe più insidiose di questa edizione della “Grande Boucle”, da Saint-Girons a Foix di soli 101 km e ben tre salite di prima categoria. La recente storia ha insegnato che frazioni così corte e dure sono particolarmente adatte a colpi di mano.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE