LaPresse/Reuters

Sul Galibert Chris Froome ha chiuso col gruppo dei migliori e ha guadagnato preziosi secondi su Fabio Aru. Oggi sul Colle dell’Izoard potrebbe giungere l’epilogo del Tour de France

LaPresse/Reuters

Il Galibert ha decretato tre importanti risultati: la vittoria di Primoz Roglic, primo sloveno a vincere una tappa al Tour de France, Chris Froome sempre più leader del Tour de France e il crollo di Fabio Aru. Il britannico del Team Sky è giunto con Romain Bardet dell’Ag2R e Rigoberto Uran della Cannondale Drapac e davanti al compagno di squadra Mikel Landa, mentre la maglia Tricolore è arrivata a 30 secondi dal gruppetto maglia gialla. La diciassettesima tappa è stata davvero scoppiettante.

LaPresse/Reuters

Una bella prova quella di Chris Froome che ha raccontato: le mie gambe stanno molto meglio dei Pirenei. Ora devo finire il lavoro sull’Izoard.”, ha dichiarato a La Gazzetta dello Sport. Oggi la carovana in giallo sale sul Colle dell’Izoard per disputare la 18ª tappa. Il Keniano Bianco deve fare attenzione alla coppia Bardet-Uran, ma non deve sottovalutare la grinta di Fabio Aru e ha analizzato la lotta per il podio: “Landa è stato superbo, ha fatto tutto per me. È forte forte forte, merita il podio”, ha proseguito. Infine ha parlato di Fabio Aru: “mi ha sorpreso che Aru si sia staccato”, ha concluso.