Tour de France: Beppe Martinelli svela il motivo del crollo di Fabio Aru in montagna

SportFair

Beppe Martinelli, DS dell’Astana, svela i motivi delle crisi in montagna sul Galibert e sull’Izoard di Fabio Aru

LaPresse/Reuters

Fabio Aru ieri è stato respinto sia dal Galibert che dal Colle dell’Izoard. Le due salite hanno caratterizzato la la diciassettesima e la diciottesima tappa del Tour de France. Adesso il sardo è scivolato in quinta posizione staccato nettamente da Chris Froome, Romain Bardet e Rigoberto Uran. Un crollo che ha una data precisa: il 13 luglio a Peyragudes, quando il ciclista dell’Astana ha preso la maglia gialla. Beppe Martinelli ha raccontato cosa è successo a Fabio Aru da quel giorno: “ha preso freddo. Tirava vento, è passato in locali con aria condizionata, non aveva la cuffia sulla testa. Il giorno dopo ha cominciato ad avere il mal di gola, e abbiamo iniziato con gli antibiotici – ha dichiarato il DS dell’Astana come riportato da La Gazzetta dello Sport .- Stavamo impazzendo per questa cosa. Non abbiamo mai temuto che Fabio potesse ritirarsi, ma che potesse crollare da un momento all’altro sì”.