Credits Twitter

Herve Poncharal e il futuro di Valentino Rossi in MotoGp: il boss della Tech 3 spiega importanti dettagli

In attesa di vedere nuovamente in pista i campioni della MotoGp, attualmente in vacanza per un lungo stop di un mese, tanti sono gli argomenti che tengono vivi tutti gli appassionati. In tanti sognano di vedere Valentino Rossi in pista ancora per molti anni, ma, prima o poi, il giorno del ritiro dovrà arrivare anche per lui.

Dopo l’addio alle gare, il Dottore però ha ammesso più volte di voler rimanere nel mondo dei motori e in tantissimi sognano di vederlo al comando di una squadra di MotoGp, nonostante le sue ripetute smentite. Anche Herve Poncharal pensa che il futuro di Rossi potrebbe essere in un team tutto suo di MotoGp: “sentiamo spesso che Valentino Rossi vuole un team MotoGP. Lo ha negato, ma ci sono ancora voci e, avendo un team Moto3 e Moto2, avrebbe senso un giorno avere anche un team MotoGP. Non sono stupido!”, ha dichiarato in un’intervista a Crash.net il team principal della Tech 3.

LaPresse/Simone Rosa

L’unica cosa certa è che le sei squadre indipendenti (LCR, Pramac, Gresini, Tech3, Aspar e Avintia) hanno un contratto fino al 2021. Questo contratto dice che nessuno può entrare nel campionato con una nuova squadra. Se qualcuno vuole unirsi, deve acquistare una squadra esistente o fare un accordo con una squadra esistente. arebbe impossibile per VR iscriversi nel 2019. A meno che tutti non accettino altre due moto. Questo non succederà perché cadrebbe il tuo valore”, ha spiegato infine Poncharal.