LaPresse/Reuters

Delude Rossella Fiamingo nella Spada, il bronzo di Garozzo è l’unica gioia fra gli uomini di Fioretto: ecco il riepilogo del complicato pomeriggio degli azzurri di Scherma

Pomeriggio complicato per gli italiani impegnati nei Mondiali di Scherma di Lipsia. Delude Rossella Fiamingo nella Spada: la catanese alla ricerca del terzo oro consecutivo esce agli ottavi contro Nelip. Fra gli uomini di Fioretto invece è il solo Garozzo a poter gioire, tornando a casa con la medaglia di bronzo.

Spada donne

Inizia subito male il pomeriggio delle azzurre con Giulia Rizzi, prima azzurra in gara, subito eliminata dalla koreana Song per 10-9 alla stoccata supplementare, dopo essere stata in vantaggio per 8-7. Fuori anche Navarria che parte fortissimo e tiene a bada la rimonta di Erika Kirpu, sconfitta 15-12, ma esce al secondo turno contro Rembi. Alberta Santuccio batte la canadese MacKinnon ma perde il derby azzurro contro Fiamingo per 15-11. Propio la spadista catanese è forse la delusione più grossa delle giornata: la Fiamingo dopo aver battuto Lim e Santuccio, esce agli ottavi contro la polacca Nelip all’ultima stoccata.

Fioretto uomini

Va meglio agli uomini che superano tutti i sedicesimi. La prima sorpresa arriva però da Giorgio Avola che esce contro Shikine agli ottavi. Bene Foconi e Cassarà che battono rispettivamente Klebrink (15-9) e Dosa (15-8) per poi scontrarsi in un derby azzurro combattutissimo che vede Foconi rimontare da 14-11 e battere Cassarà per 14-15. Foconi esce ai quarti contro il giapponese Shikine. Il migliore degli azzurri è Daniele Garozzo che supera prima 15-8 Suzumura, poi domina Ha, sconfitto 15-6, ma è costretto ad arrendersi contro Saito in semifinale per 15-12, tornando a casa con la medaglia di bronzo.