L’ITF ha preso una dura decisione per condannare gli episodi razzisti di cui Ilie Nastase si è reso protagonista gli scorsi mesi

Prima le battute poco divertenti sul colore della pelle del figlio di Serena Williams, poi gli insulti sessisti alla capitana di Fed Cup della Gran Bretagna e quelli rivolti in campo a Johanna Konta, andata via in lacrime. Episodi reiterati e moralmente condannabili quelli di Nastase che, dopo essere stato praticamente bannato da ogni torneo femminile, ha ricevuto anche una condanna dall’ITF. La Federazione ha deciso che l’ex tennista rumeno non potrà esercitare il ruolo di capitano di Davis o Fed Cup fino al 31 dicembre 2018, mentre fino al 31 dicembre 2020 non potrà lavorare nell’ambito di tornei gestiti dall’ITF.