Thos Caffrey

La coppia formata da McEvoy e Suri è al comando del Porsche European Open, indietro gli azzurri

L’inglese Richard McEvoy e lo statunitense Julian Suri sono al vertice con 66 (-6) colpi nel Porsche European Open (European Tour), sul percorso del Green Eagle Golf Course (par 72) ad Amburgo in Germania. Sono al 50° posto con 71 (-1) Matteo Manassero e Luca Cianchetti, alla prima gara da professionista, ha un colpo in più Nino Bertasio, 73° con 72 (par), e ha avuto difficoltà Andrea Maestroni, 140° con 77 (+5).

La coppia di testa è seguita con 67 (-5) dal francese Alexander Levy, campione uscente, dal sudafricano Charl Schwartzel, dal gallese Stuart Manley e dall’inglese Chris Paisley, mentre tra i concorrenti al settimo posto con 68 (-4) si trovano il thailandese Kiradech Aphibarnrat e l’americano Patrick Reed. L’altro statunitense Jimmy Walker, vincitore di un major (PGA Championship 2016), ha lo stesso score di Bertasio. In 16ª posizione con 69 (-3) il danese Thorbjorn Olesen, il gallese Jamie Donaldson e lo statunitense Chase Koepka, fratello di Brooks, a segno nell’ultimo US Open.

Richard McEvoy ha realizzato sei birdie senza bogey, mentre Julian Suri ha commesso un errore, ma ha segnato un birdie in più.

Matteo Manassero è andato due colpi sopra par dopo sette buche (un birdie, tre bogey), ma ha recuperato nel rientro con tre birdie. Luca Cianchetti ha condotto il giro con tre birdie e due bogey. Anche Nino Bertasio è partito male con un birdie, un bogey e un doppio bogey sulle prime sei buche, però ha saputo riportarsi in par con tre birdie e un bogey nel resto del percorso. Giro da dimenticare in fretta per Andrea Maestroni (due birdie e sette bogey). Il montepremi è di 2.000.000 di euro.