Nell’European Open Luca Cianchetti decimo. Il modenese, alla prima gara da pro, si sta esprimendo ad alto livello. Nino Bertasio 38°

Luca Cianchetti, decimo con 209 (71 67 71, -7) colpi, ha continuato ad alti ritmi la sua prima gara da professionista, il Porsche European Open (European Tour) che si sta svolgendo sul percorso del Green Eagle Golf Course (par 72) ad Amburgo in Germania. E’ rimasto a metà classifica Nino Bertasio, 38° con 213 (72 68 73, -3).

In una giornata dalle condizioni meteo difficili si è portato in vetta l’inglese Jordan Smith (204 – 70 67 67, -12) che precede di due colpi lo svedese Jens Fahrbring e il francese Alexander Levy (206, -10), campione in carica. Saranno in corsa per il titolo nel giro finale anche i sei concorrenti al quarto posto con 207 (-9): lo spagnolo Adrian Otaegui, lo svedese Johan Edfors, l’australiano Ryan McCarthy, lo statunitense Julian Suri, il sudafricano Richard Sterne, autore con 66 (-6) del miglior score del turno, e l’inglese Ashley Chesters, leader nei primi due giri. Al 21° posto con 211 (-5) il sudafricano Charl Schwartzel, al 30° con 212 (-4) il thailandese Kiradech Aphibarnrat, che per due volte si è tolto le scarpe per effettuare tiri con la palla sott’acqua peraltro efficaci, e al 58° con 215 (-1) l’americano Jimmy Walker e il cinese Ashun Wu.

Luca Cianchetti, passato di categoria lunedì scorso dopo aver disputato l’Open Championship, si sta esprimendo ad alto livello, ma già da dilettante aveva dimostrato di trovarsi bene tra i pro battendoli nell’Abruzzo Open (2015, Alps Tour). Ha girato in 71 (-1) colpi con due birdie e due bogey in uscita e con un bogey e due birdie nel rientro, l’ultimo alla buca 18 con un putt di circa sette metri. Nino Bertasio ha perso un colpo in partenza (un birdie e due bogey) e non lo ha più recuperato chiudendo il giro con un eagle e due bogey (73, +1).

Non ha superato il taglio Matteo Manassero, 75° con 144 (71 73, par), mentre Andrea Maestroni  è stato squalificato per non aver ripreso il gioco dopo lo stop per la pioggia nella seconda giornata, quando aveva ancora una buca da giocare. Era comunque già out (+8). Il montepremi è di 2.000.000 di euro.

“Buca in uno” con auto in premio – Il colpo del torneo lo ha effettuato il tedesco Marcel Siem che alla buca 17 ha messo a segno la palla direttamente del tee per la “hole in one”. E’ stato aiutato anche dalla fortuna poiché la palla è arrivata dall’alto abbastanza veloce, ha picchiato sull’asta scendendo in verticale sul bersaglio. Ha scelto la buca giusta, perché si è portato via la splendida auto Porsche in palio per la prodezza. Poco male se l’ace non ha inciso nel suo punteggio in maniera significativa a causa degli errori precedenti (due birdie, cinque bogey per il 73). E’ 38° come Bertasio.

Diretta su Sky – Il Porsche European Open viene teletrasmesso in diretta da Sky, sul canale Sky Sport 2 HD. Essendo previsto maltempo nel pomeriggio, le partenze per il quarto giro saranno anticipate e di conseguenza lo sarà anche il collegamento che avverrà domani, domenica 30 luglio, dalle ore 10 alle ore 15.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE