• LaPresse/Stefano Porta
    LaPresse/Stefano Porta
  • LaPresse/Stefano Porta
    LaPresse/Stefano Porta
  • LaPresse/Stefano Porta
    LaPresse/Stefano Porta
  • LaPresse/Stefano Porta
    LaPresse/Stefano Porta
  • LaPresse/Stefano Porta
    LaPresse/Stefano Porta
  • LaPresse/Stefano Porta
    LaPresse/Stefano Porta
  • LaPresse/Stefano Porta
    LaPresse/Stefano Porta
/

Fabrizio Corona ed il processo che lo vede imputato oggi in aula a Milano, ecco quanto è successo oggi all’udienza dell’ex Re dei Paparazzi

Vergogna, voglio giustizia”, così Fabrizio Corona oggi in aula nel processo che lo vede imputato ha urlato contro la Procura e la polizia. Una frase breve e densa di significato, che esprime lo sdegno del Re dei Paparazzi di fronte a ciò che gli sta accadendo. Fabrizio è stato così allontanato dal giudice dall’aula di tribunale in cui è imputato per intestazione fittizia di beni, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte e violazione delle norme patrimoniali sulle misure di prevenzione.

Un’accusa, che anche a causa dei suoi precedenti penali, gli sta costando una reclusione in carcere. La fedina sporca di Corona non aiuta il paparazzo, ma neanche il suo atteggiamento irriverente è di certo visto di buon occhio da coloro che decideranno il destino del Vip. “Corona questa è un’ udienza importante per lei – ha cercato di redarguirlo il giudice prima di interrompere il processo ed allontanarlo dall’aula – stia tranquillo”. A seguito di quanto riportato sopra, il pm di Milano Alessandra Dolci ha richiesto per Fabrizio Corona una condanna a 5 anni. Per la collaboratrice dell’imputato, Francesca Persi, rea di aver nascosto ‘il malloppo’ dell’ex Re dei Paparazzi, sono stati chiesti 2 anni e 4 mesi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE