Moto, il team 3570 si sfrega le mani: ottime prestazioni di Corsi e Di Giannantonio a Barcellona

SportFair

Si sono ben comportati Simone Corsi e Fabio Di Giannantonio in occasione del Gp di Barcellona andato in scena nel week-end al Montmelò

Archiviato con soddisfazione il Gran Premio d’Italia, i portacolori della Cooperativa RadioTaxi 3570 al via del Motomondiale sono immediatamente tornati in azione al Circuit de Barcelona-Catalunya nel fine settimana del 10-12 giugno per il settimo appuntamento stagionale. Le elevate temperature e la tipicità del tracciato catalano hanno comportato non poche problematiche a tutti i piloti della serie iridata, ma Fabio Di Giannantonio (Moto3) e Simone Corsi (Moto2) hanno gestito nel miglior modo gli ostacoli presentatisi lungo il cammino, dando nuovamente prova del loro valore e di un rimarchevole spirito di combattività nel perseguire il miglior risultato possibile.

Presentatosi in Catalogna con la sequenza positiva di due podi in due gare conseguiti tra Le Mans e Mugello, il pilota 3570 Fabio Di Giannantonio si è attestato sempre tra i grandi protagonisti della classe Moto3. Parte integrante del gruppo di testa per tutto l’arco della contesa, il talentuoso pilota capitolino è transitato sul traguardo in 7° posizione ottenendo punti preziosi per consolidare il 4° posto in campionato, vicinissimo alla top-3.

Encomiabile l’impegno profuso nell’arco del fine settimana anche da Simone Corsi nella classe Moto2. Gestendo la pronunciata usura degli pneumatici, il portacolori della Cooperativa RadioTaxi 3570 ha conquistato 4 punti mondiali frutto del 12° posto finale, fiducioso di scalare ulteriori posizioni in graduatoria nel prossimo round in agenda al TT Circuit Assen (Olanda).

Fabio Di Giannantonio (Del Conca Gresini Moto3 – Honda NSF250RW #21 Moto3) 7°

Sono partito molto forte recuperando 3 o 4 posizioni. All’inizio mi sentivo bene ma sapevo che il calo delle gomme sarebbe arrivato, e noi lo soffriamo particolarmente. Abbiamo questo problema con l’anteriore e a metà gara ho iniziato a prendere un sacco di rischi per rimanere in pista. Provavo a spingere ma senza successo. È stata una delle gare più difficili della mia carriera, e visto così, un settimo posto è abbastanza positivo“.

Simone Corsi (Speed Up Racing – Speed Up SF7 #24 Moto2) 12°

Ho faticato molto, è stata una gara davvero complessa, la più difficile tra quelle disputate finora. Le temperature si sono alzate notevolmente, più di ieri e la gomma è calata da subito, com’era previsto. Ho sofferto parecchio la mancanza di grip, soprattutto negli ultimi giri. Ci rifaremo nella prossima gara in terra olandese!“.