LaPresse

Lutsenko, ciclista dell’Astana, è deluso. Il ciclista ha provato a vincere la seconda tappa del Giro del Delfinato dopo una figa solitaria

LaPresse

La seconda tappa del Giro del Delfinato ha visto un’azione super coraggiosa e forte da parte di Kazakh Alexey Lutsenko che si è unito al gruppo dei fuggitivi e ha attaccato da solo nella seconda parte della tappa a 32 km dalla linea di arrivo. Purtroppo, non è stato sufficiente per trionfare (il successo è andato a Demare grazie ad una perfetta volata che ha bruciato Kristoff, Bouhanni e Colbrelli): “è stato un peccato che tutte quelle squadre dietro di me, nella parte anteriore del gruppo, abbiano spinto in questo modo – ha dichiarato Lutsenko -. Quando abbiamo attraversato la linea di arrivo per la prima volta a 32 km dalla fine, la strada era un po’ in salita e ho deciso che era il momento di attaccare. È stato un finale veramente veloce e non c’era niente da fare per con le squadre senza sprinter, Comunque le gambe erano buone e questo significa che abbiamo lavorato bene a Tenerife vediamo come la gara come si svilupperà nelle prossime tappe e nel caso in cui ci sarà un’occasione, riproverò”.

 

 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE