Ph: Alessandro Ricci

A rappresentare l’Italia nel torneo Football for Friendship ci saranno due giovani atleti del Pescara calcio

Prosegue dunque l’avventura dell’Italia del calcio giovanile che l’anno scorso è stata sede dell’evento Football for Friendship con giornate dedicate all’evento fra spettacoli, animazione e la finale nello spazio del Castello Sforzesco. Nel corso delle sue edizioni più di quattrocentomila persone in tutto il mondo hanno partecipato al Football for Friendship. Più di tremila bambini di 64 Paesi di tutto il mondo stanno condividendo le attività di promozione dell’evento.

I ragazzi, entrambi dodicenni e tesserati delle giovanili Delfino Pescara, saranno a San Pietroburgo dal 26 giugno al 3 luglio prossimi in rappresentanza dell’Italia, partecipando, chi alle attività sportive chi al racconto dell’esperienza, condividendo l’avventura con ragazzi di tutto il mondo. L’Italia gioca in una squadra insieme a giocatori provenienti da: Egitto, Slovacchia, Danimarca, Austria, Algeria, Iran, Russia. In totale sono 64 i Paesi rappresentati e per la prima volta ci saranno anche bambini provenienti dal Messico e dagli Stati Uniti. Il giovane calciatore è Niccolò Postiglione, il giovane giornalista è Alessio Canepari. Saranno accompagnati da Luca D’Ulisse, istruttore e Antonio Di Battista, responsabile tecnico del settore giovanile della Delfino Pescara.

L’anno scorso l’Italia è stata rappresentata dalle giovanili dell’Inter. A tenere alta la bandiera saranno i ragazzi del Pescara Calcio che in questi giorni di preparazione alla partenza stanno incontrando coetanei e rappresentanti del mondo sportivo per promuovere i valori che caratterizzano il torneo. In particolare i valori fondanti del programma Football for Friendship: amicizia, uguaglianza, giustizia, salute, pace, dedizione, vittoria, tradizione e onore. E per scambiare con loro il simbolo del F4F, il braccialetto dell’amicizia, un cordino verde come il campo di calcio e azzurro come il cielo.