Affondo clamoroso contro la Juventus, Mazzola al veleno: “vi dico cosa ho fatto dopo che ‘quelli’ hanno perso”

Intervenuto a ‘Un Giorno da Pecora’, Sandro Mazzola ha svelato di aver festeggiato tutta la notte dopo la sconfitta della Juventus

Spalletti all’Inter? Lui mi piace molto, farà un ottimo lavoro, è uno tosto“. Sandro Mazzola, oggi ospite di “Un Giorno da Pecora” su RadioUno, approva la scelta del club nerazzurro di puntare sull’ormai ex allenatore della Roma. Con Spalletti l’Inter lancerà la sfida a una Juve che in Italia domina da sei anni ma reduce dal flop di Cardiff.

Buffon Juventus Real
LaPresse/EFE

Ho festeggiato tutta la notte, ma ora la festa è finita. Ci prepariamo per la prossima… – sorride Mazzola – perchè il tifo contro la Juve? Io guardavo la partita e vedevo una squadra che c’era e l’altra che non c’era. E sai com’è, pensavo a quella squadra che stava vincendo“. Mazzola ha ‘festeggiato’ “andando in giro con tutti gli altri. Qui da me, in provincia di Milano, c’era di tutto, macchine che suonavano, clacson, gente che cantava. Anch’io ho ‘esultato’ suonando il clacson, anzi, visto che me lo aspettavo, avevo fatto mettere un duplificatore, in modo che il clacson suonava molto più forte del solito“.

allegri juventus
LaPresse/Spada

Dietro questi ‘festeggiamenti’ il suo legame col Torino (“è nel cuore“) e con l’Inter (“le devo sempre qualcosa“) e poco importa se qualche tifoso bianconero si è arrabbiato con lui: “quando tu fai arrabbiare ‘quelli’, sei sempre contento. Il 4-1 finale? Forse la Juve meritava di più, diciamo 4-3. Un risultato che sarebbe stato bellissimo, magari col quarto gol del Real negli ultimi dieci minuti“. (ITALPRESS)