Le prime, contrastanti, sensazioni dei protagonisti del Gp di Monaco dopo la premiazione

Strepitosa doppietta Ferrari oggi al Gp di Monaco. Una gara piuttosto monotona a Monte-Carlo, resa un po’ più appassionante sul finale grazie ad alcuni contatti e a dei folli incidenti, come quello di Wehrlein.

Sebastian Vettel è riuscito a piazzarsi davanti al suo compagno di squadra, Kimi Raikkonen, partito in pole position, al ritorno in pista da un pit stop e ha poi comandato il resto della gara, andando a conquistare una fantastica vittoria. Chiude il podio Daniel Ricciardo della Red Bull.

LaPressePhoto4

Soddisfatto e felicissimo per questa vittoria che mancava da 16 anni a Monaco, Sebastian Vettel ha raccontato al pubblico di Monte-Carlo le sue emozioni, al termine della gara, intervistato da un ospite d’eccezione, Nico Rosberg: “incredibile, una gara intensa, speravo in partenza di avere un lancio migliore rispdetto a Kimi ma lui è partito meglio. Nel primo stint abbiamo iniziato a scivolare con le gomme, mi sono sentito a disagio, anche Valtteri mi stava riprendendo, ma poi le gomme mi hanno dato ottime sensazioni, sono riuscito a sfruttare quella finestra e dopo la sosta sono finito davanti. Con la safety è stato difficile, ma poi sono riuscito a controllare i distacchi con chi mi stava dietro, il team ha fatto un ottimo team. Non c’è stato molto di pianificato, il piano era prendere vantaggio sugli altri, Valtteri aveva un buon passo, ma appena è entrato ai box dovevamo reagire, io avevo un piccolo margine, ho spinto il più possibile, mi sono sorpreso io stesso. In Canada è una pista totalmente diversa ma voglio solo godermi la vittoria, vediamo di divertirci stanotte e poi pensiamo alla prossima gara“, ha dichiarato il tedesco della Rossa.

LaPresse/Photo4

Gelido, deluso e amareggiato per questo secondo posto invece Kimi Raikkonen: “è davvero difficile dirlo, è un secondo posto, ma non è un’ottima sensazione ma le cose vanno così ci riproveremo la prossima gara, dobbiamo migliorare ma questa è una gara nella quale mi auguravo di prendere qualcosa di più“.

LaPressePhoto4

Sorridente infine Daniel Ricciardo, l’australiano della Red Bull  che ha conquistato oggi un eccellente terzo posto: “sono felice, sono più felice oggi rispetto a ieri, perchè ieri sentivo che avevamo di più da offrire ed è stato un peccato non poter dimostrare il potenziale, oggi ho avuto la pista pulita e sono riuscito a fare bei tempi con le gomme. Non sapevo se mi ero danneggiato, Bottas ha provato a prendermi dall’interno, quando esce la Safety è come guidare sul ghiaccio“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE