In questo week-end si chiude la stagione di serie A, ecco le quote William Hill relative alla 38ª giornata

Serie A, ultimo atto: William Hill assicura la migliore esperienza live con la quota giusta al momento giusto. Ultime e imperdibili quote per le partite della 38° giornata di campionato. Tra gli anticipi di sabato spicca BolognaJuventus: la Vecchia Signora tiene già in una mano lo scudetto e nell’altra la Coppa Italia e, con la finale di Champions alle porte, è probabile che Allegri opti per un massiccio turnoverper non affaticare i suoi campioni.

William Hill Scommesse Sportive, il più autorevole bookmaker britannico, pronostica in ogni caso il successo juventino (1.95) ma, visto che le seconde linee bianconere non sono sempre affidabilissime, perché non credere nel successo dei felsinei (3.60)?Contemporaneamente l’Atalanta (1.30) ospiterà il Chievo (8.00), che ha vinto una sola volta nelle ultime nove giornate di campionato, parziale in cui i gialloblu hanno sempre subito goal, in media 2,6 a partita. Ad aprire le danze della domenica calcistica saranno Cagliari (3.60) e Milan (1.83), imbattuto contro i sardi da 26 partite di campionato: l’ultimo successo dei Casteddu contro i rossoneri è datato ottobre ’98. Il club meneghino, però, non vince fuori casa da cinque giornate (una sconfitta e quattro pareggi, la peggior striscia per il Milan da marzo 2015): e se anche questo match si concludesse con un pareggio? Questa volta il segno X vale 4.20.

All’ora dell’aperitivo sarà la volta di RomaGenoa e Sampdoria-Napoli. I giallorossi (1.06) giocheranno per mettere al sicuro il secondo posto, mentre il Genoa, la cui vittoria è bancata a 29.00, dovrà tentare l’impossibile per rendere felici i propri tifosi. Chissà che magari il Grifone non riesca a mettere a segno almeno una rete, premessa non così improbabile dal momento che la “maggica” subisce goal da sei partite di fila, la più lunga striscia per la Roma in questo massimo campionato. Il Napoli è atteso sotto la Lanterna contro una Sampdoria sazia e in vacanza da un pezzo: la vittoria partenopea paga 1.16, mentre quella della Doria 13.00. I blucerchiati non vincono da sette giornate e non arrivano a otto incontri senza successi da febbraio 2016: la combo vittoria del Napoli + No Goal raddoppia abbondantemente la posta in gioco (2.20). Attenzione anche aCrotoneLazio: che cosa aspettarsi da una delle squadre rivelazione dell’ultimo mese, in lotta per un obiettivo importante, se non una vittoria casalinga? Il 2.00 del successo calabrese si contrappone al 3.00 offerto per il segno 2: i biancocelesti subiscono goal da otto partite di fila in campionato e hanno concesso esattamente tre reti in ciascuno degli ultimi tre match giocati. FiorentinaPescara, ultimo ballo di due grandi deluse: i viola (1.16) saluteranno Paulo Sousa al termine di questa stagione altalenante e tormentata,mentre i delfini (13.00) daranno il loro arrivederci ufficiale alla Serie A, senza aver mai dato la sensazione di poter davvero ambire alla permanenza tra le grandi.

Un’altra partita delicata si terrà al Renzo Barbera: la vittoria del Palermo è data a 6.00, ma sono davvero poche le possibilità che una squadra già in B scenda in campo per fare risultato contro chi dovrebbe invece avere motivazioni ben più forti. William Hill vede l’Empoli corsaro alla popolare quota di 1.55. D’altronde, i rosanero non trovano il goal contro i toscani da cinque sfide di campionato: l’ultima rete rifilata agli azzurri è arrivata nel febbraio 2008. Persa l’Europa e la fiducia dei tifosi, all’Inter (1.40) non resta che provare a vincere l’ultima gara stagionale in casa contro l’Udinese (7.00): un successo è il minimo per tentare di strappare almeno un timido applauso a chi sarà a San Siro. Inerazzurri hanno ottenuto un solo punto nelle ultime quattro partite giocate in casa e hanno subito goal in tutte le ultime sei. L’ultimo turno di Serie A si conclude con Torino (1.60)-Sassuolo: i neroverdi (4.60) sono imbattuti nelle ultime sette partite in campionato e solo tra ottobre e dicembre 2014, con otto gare senza sconfitta, hanno fatto meglio in una singola stagione di A.