Pallavolo femminile, la finale Scudetto si sposta al PalaIgor: mercoledì va in scena Gara-2

FILIPPO RUBIN

Liu Jo e Igor Gorgonzola si sfideranno mercoledì sera per Gara-2 della finale Scudetto di pallavolo femminile

Toccherà al PalaIgor ora vestirsi a festa per accogliere la finale Scudetto dei Play Off Samsung Gear Volley Cup di Serie A1. Dopo aver disputato Gara-1 in un PalaPanini strapieno – i quasi 5000 spettatori rappresentano un record per un match femminile, almeno in anni recenti – Liu Jo Nordmeccanica Modena e Igor Gorgonzola Novara si trasferiscono in Piemonte per proseguire il duello tricolore: le bianconere, avanti 1-0 in virtù del successo interno ottenuto lunedì, difenderanno il vantaggio a casa delle azzurre, che invece avranno mercoledì sera il compito di ristabilire la parità. Anche Gara-3, in programma sabato sera, si giocherà al PalaIgor e sarà con tutta probabilità determinante per la conquista del titolo.

Modena, in striscia positiva da cinque partite consecutive, punterà sulla formazione delle ultime partite, consapevole di poter pescare dalla panchina atlete in grado di fare la differenza. Anche lunedì, l’ingresso di Marika Bianchini ha ribaltato le sorti del secondo set con un parziale di 8-0 costruito attorno al suo servizio al salto. “Ci troveremo a giocare due partite in trasferta, in un palazzetto gremito, contro una squadra molto forte – le parole di coach Marco Gaspari nell’immediato dopo partita -. Partire in vantaggio ci permette, se non di essere sereni, perlomeno di essere consapevoli che saremo lì a giocarci alla morte ogni singolo punto. Ci dobbiamo ricordare bene che appena abbassiamo il livello di guardia, succede quello che è successo nel terzo set. Ci sarà stanchezza, affaticamento, mancanza di lucidità, ma non ci possiamo permettere cali lunghi. Mi è piaciuto l’atteggiamento di fine gara: le ragazze hanno esultato, ma subito dopo sono tornate concentrate sulla gara di mercoledì. Bene così, ma ancora non abbiamo fatto niente”.

In casa novarese, la delusione per l’esito di Gara-1 è mista alla preoccupazione per le condizioni di Katarina Barun, faro dell’attacco azzurro, uscita dal campo durante la prima fase del quarto set per un dolore al ginocchio e non più rientrata. Presente o assente il suo martello in Gara-2, la Igor ha già dimostrato di possedere doti mentali importanti, che le hanno permesso ad esempio di rimontare la situazione di svantaggio nei quarti di finale contro la Savino Del Bene Scandicci. Coach Marco Fenoglio e le sue ragazze dovranno resettare gli alti e i bassi mostrati al PalaPanini, puntando ad aggredire le avversarie sin dal servizio per mettere in difficoltà la ricezione e la distribuzione di Francesca Ferretti. “È una serie lunga, i Play Off sono imprevedibili – il commento a caldo di Francesca Piccinini, tra le note più positive di Gara-1 -. Dobbiamo guardare in casa nostra, renderci conto che abbiamo sbagliato moltissimo e che dovremo commettere meno errori d’ora in poi. Loro sono state più ciniche nei momenti decisivi, ma io resto ottimista e penso alle due partite in casa. Se saremo più lucide in certi momenti e avremo l’aggressività del terzo set possiamo riaprire ogni discorso. Sarà una bella battaglia, una lotta lunga”.

Tutte le finali saranno trasmesse in diretta su Rai Sport + HD (canali 57 e 58 del digitale terrestre) con il commento di Maurizio Colantoni e Andrea Lucchetta.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (30359 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery