Francesca Schiavone
LaPresse/EFE

Francesca Schiavone si presenza agli Internazionali d’Italia, con tanto di biglietto, per partecipare ad un evento organizzato da Levissima e Gazzetta dello Sport

È la migliore tennista italiana dell’anno, ha vinto a Bogotà e ha perso solo in finale a Rabat, ma per gli Internazionali d’Italia non ha ricevuto nemmeno una possibilità tramite wild card: la storia di Francesca Schiavone è ormai nota a tutti. Eppure, nel pomeriggio di ieri, per le vie del Foro Italico, con tanto di biglietto (pagato) alla mano e sorrisone stampato in faccia, Francesca Schiavone agli Internazionali d’Italia c’era! La ‘Leonessa’ ha partecipato ad un evento organizzato da Levissima e Gazzetta dello Sport: una gara di precisione fra lei e alcuni giovani tennisti.

Divertimento solo fuori dal campo, sul tennis court non ci sarà ma il pensiero di Francesca è subito rivolto al Roland Garros, per rimuginare sul passato non c’è tempo. “Vado al Roland Garros con gioia perché sono entusiasta di essere in tabellone nel mio torneo preferito. – ha raccontato Francesca ai microfoni de La Gazzetta dello Sport – Adesso sto riprendendo anche la forma fisica“.

Per il futuro invece, appurato che senza tennis non sa proprio stare, a Francesca piacerebbe fare l’allenatrice: “soffro a stare lontana dal campo e devo tenerne conto. Mi piacerebbe vedere ragazzine di 12 anni, massimo 14 e un giorno magari dar loro una mano. Ma non è facile, bisogna studiare per essere allenatori, e bisogna essere capaci di cambiare punto di vista. Quando giochi tu sei responsabile solo di te stesso, se alleni è un’altra cosa. E’ necessario essere bravi a comunicare e su questo ho ancora qualche problema“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE