Francesco Molinari
LaPresse/Andrea Negro

Nonostante la classifica lo veda al settimo posto, Francesco Molinari è distante solo due colpi dal leader del The Players Championship

Francesco Molinari, settimo con 69 (-3), è a due colpi dai leader, William McGirt e il canadese Mackenzie Hughes (67, -5), nel The Players Championship, il prestigioso torneo del PGA Tour in svolgimento sul percorso del TPC Sawgrass, (par 72) a Ponte Vedra Beach in Florida.

Al terzo posto con 68 (-4) J.B. Holmes, Chez Reavie e due candidati al titolo, lo spagnolo Jon Rahm e lo svedese Alex Noren. Affiancano Molinari, l’iberico Rafael Cabrera Bello e il sudafricano Louis Oosthuizen, e hanno girato in 70 (-2) colpi, per la 18ª posizione, Rickie Fowler, Phil Mickelson e gli australiani Jason Day, campione uscente, e Adam Scott. Qualche sbavatura per Dustin Johnson, numero uno mondiale, 32° con 71 (-2), e con ritardi più pesanti Patrick Reed, lo svedese Henrik Stenson, il tedesco Martin Kaymer e il giapponese Hideki Matsuyama, 51.i con 72 (par), Jordan Spieth, Justin Thomas, lo spagnolo Sergio Garcia e il nordirlandese Rory McIlroy, numero due del world ranking, 66.i con 73 (+1), e l’inglese Justin Rose, 83° con 74 (+2).

Francesco Molinari, la scorsa settimana autore di un’ottima prova nel Wells Fargo anche se il piazzamento non ha corrisposto al gioco (24°), è partito con la prima terna dalla buca 10. Ha realizzato subito un birdie, poi l’unico bogey al giro di boa. Molto sicuro il cammino nel rientro con altri tre birdie.

William McGirt, 37enne di Fairmont (North Carolina) con un titolo nel circuito, ma pesante (Memorial Tournament, 2016), ha messo insieme due eagle, tre birdie e due bogey. E’ stato più lineare (cinque birdie)  Mackenzie Hughes, 26enne di Hamilton, quest’anno a segno per la prima volta (RSM Classic). Il montepremi di ben 10,5 milioni di dollari.