Giro d’Italia, Tiralongo non nasconde il suo dolore: “io e Michele dovevamo partire per l’Etna due giorni dopo”

Paolo Tiralongo e il dolore per la scomparsa di Michele Scarponi alla vigilia della partenza del Giro d’Italia 100

Grandi emozioni oggi ad Alghero alla presentazione ufficiale dei roster delle squadre che parteciperanno alla centesima edizione del Giro d’Italia, al via domani dalla Sardegna.

Il primo team a salire sul palco è stato l’Astana, vincitore della scorsa edizione della corsa in rosa. Dopo la sfilata in bici, i corridori si sono schierati uno accanto all’altro e hanno osservato insieme una clip realizzata in memoria di Michele Scarponi, corridore del team kazako scomparso il 22 aprile a causa di un tragico incidente mentre si allenava per le strade della sua Filottrano proprio in vista della gara italiana.

Lacrime e dolore per il campione italiano: “siamo qui in 8 ma è come se fossimo in 9 perchè nel nostro cuore Michele è lì, e noi siamo qui anche per lui, era il nostro capitano designato all’ultimo, era orgogliosissimo, si stava preparando puntigliosamente, dovevamo partire io e lui sull’Etna due giorni dopo e purtroppo siamo qui a raccontarlo, bisogna riportare siamo qui per onorare un gran giro anche per lui”, queste le parole di Paolo Tiralongo ai microfoni di Rai Sport al termine della presentazione.