Giro d’Italia, Quintana ringrazia i tifosi: ‘pedalare in un mare di folla è stato molto emozionante”

Gian Mattia D'Alberto /LaPresse

Nairo Quintana ringrazia i tifosi del Giro d’Italia per il caloroso sostegno durante tutte le tappe 

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Nairo Quintana per 2 volte è stato beffato dalla cronometro. Prima a Foligno e oggi a Milano il colombiano ha perso la maglia rosa a causa delle performance splendide di Tom Dumoulin. Il ciclista della Movistar scende in seconda posizione resistendo all’attacco di Vincenzo Nibali (tra i due corridori una distanza minima di 9 secondi). Però per Quintana un grande Giro d’Italia e soprattutto una grande prestazione in montagna. La sfida a Froome per il Tour de France è aperta.

Il ciclista della Movistar era venuto al Giro per fare il Double (Giro-Tour) ma, a causa delle cronometro e della condizione fisica non ottimale, è giunto in seconda posizione. Quintana racconta il suo Giro d’Italia: “un podio non è una delusione. Non siamo macchine per fare tutto come uno vorrebbe. E non tutte le volte si raccolgono i frutti di un grande lavoro – ha dichiarato a La Gazzetta dello Sport -. Anzi, io sono contento, soddisfatto lo stesso per essere sul podio. Pedalare sempre in un mare di folla che ci incitava è stato molto emozionante. Questo rende importante quello che facciamo“. Quintana ha trovato sulla strada Dumoulin che ha fatto il fenomeno. Il ciclista della Sunweb è stato forte a cronometro che si è difeso bene in salita. Quintana ne ha lodato le caratteristiche: è stato fortissimo a crono e super-resistente in montagna – ha proseguito. Merita il trionfo. Io continuo a crescere e fare esperienza. Tutto mi sarà utile”.

LaPresse/ Spada

Qualcosa mi ha fatto male e mi è venuta la febbre come può succedere a una persona qualsiasi. In quelle condizioni non puoi rendere al 100%. Anzi sono già stato bravo a restare con i migliori.  Il giorno peggiore è stato quello di Piancavallo – ha concluso -. Peccato, era una tappa in cui potevo fare differenza. In queste condizioni le cose non vanno secondo le previsioni. Anche per questo considero il podio un buon risultato”.

 

 

 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE


FotoGallery