LaPressePhoto4

Intervistato ai microfoni della Rai, Maurizio Arrivabene si è complimentato con i propri piloti pungendo anche la Mercedes

Sedici anni, dal 2001 la Ferrari non vinceva il Gp di Monaco. L’ultimo a riuscirci era stato Michael Schumacher, oggi è Sebastian Vettel a prendersi la gloria, centrando la terza vittoria in stagione dopo quelle di Melbourne e Bahrain.

LaPresse/Photo4

Kimi Raikkonen completa la festa Ferrari regalando la doppietta al Cavallino, nonostante il finlandese sognasse la vittoria dopo la partenza dalla pole. Terzo posto per Daniel Ricciardo, abile a lasciare giù dal podio Bottas e Verstappen. Solo settimo Lewis Hamilton, riuscito a limitare i danni dopo la Qualifica disastrosa di ieri. “Il risultato di oggi è la riprova che il lavoro duro paga, quindi siamo molto contenti” le parole di Arrivabene ai microfoni della Rai. “Nonostante quello che si dice, noi ordini di squadra non ne diamo. La nostra azienda vuole un risultato come quello di oggi, che è nel nostro DNA, poi i ragazzi se la giocano in pista.

LaPresse/Photo4

Oggi Sebastian è stato velocissimo con le gomme usate ed è passato in testa. Indipendentemente da questo, bravi tutti, bravi i piloti e lasciatemi dire che abbiamo anche una macchina incredibile. Non dimentichiamo che ieri Kimi aveva fatto la pole position. Non è con noi solo per dare un contributo, ma per fare le sue gare. Oggi lo ha fatto e sono stati bravi sia lui che Sebastian“.