LaPresse/Reuters

Dopo l’estate, le Nazionali azzurre di spada maschile e femminile si recheranno a Nocera Umbra per il ritiro

La stoccata del riscatto. La risposta della passione alle paure del terremoto. “L’Umbria e’ in piedi e prova a ripartire“, parola di Giovanni Bontempi, sindaco di Nocera Umbra, “City Partner” della Federazione Italiana Scherma come altre tre citta’ della regione, Foligno, Norcia e Terni. L’occasione per rilanciare quest’impegno e’ stata data dalla partecipazione della Fis, guidata dal presidente federale Giorgio Scarso, alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano.

Proprio nei saloni della Bit, Nocera Umbra, rappresentata dal suo primo cittadino, ha ufficialmente “accolto” le Nazionali azzurre di spada maschile e femminile, che dopo l’estate svolgeranno un ritiro nella citta’ che appena il mese scorso e’ stata location della Prova Nazionale Master organizzata dal Club Scherma Foligno del presidente Vito Giannico, con la regia del Comitato Regionale FederScherma Umbria, guidato dal delegato Giovanni Marella.

La presenza dell’Ital-spada a Nocera Umbra rappresentera’ un nuovo significativo passo nel percorso di riscatto di una regione che ha vissuto mesi complessi, senza mai perdere il coraggio, e che appena qualche giorno fa ha festeggiato l’argento, nella sciabola femminile under 20 a squadre, delle “sue” azzurre Lucia Lucarini e Chiara Cravari ai Mondiali Giovani di Plovdiv. Proprio in questo senso, l’asse tra la FederScherma e il territorio umbro si rafforza ancora di piu’. (ITALPRESS)