LaPresse/EFE

Intervistato da Motorsport.com, Viñales sottolinea di non fidarsi di Valentino Rossi dal momento che in gara riesce sempre a dare il meglio di sè

E’ terminata la seconda sessione di prove libere del Gp d’Argentina. Ancora una volta è Maverick Vinales il più veloce sul circuito di Termas de Rio Hondo, il quale riesce a bissare il miglior tempo ottenuto nella prima sessione di prove libere.

maverick vinalesNon c’è da sorridere, invece, per Valentino Rossi incapace addirittura di centrare la top ten. Ottime le sensazioni per il pilota spagnolo della Yamaha, il quale ha analizzato la propria prestazione soffermandosi anche sul compagno di squadra: “non è mai facile, perché stavo spingendo. Mi sento benissimo sulla moto, a mio agio” le parole di Viñales rilasciate nel corso di un’intervista a Motorsport.com. “Ogni sessione ed ogni giro che faccio, le sensazioni sono migliori. Dobbiamo ancora migliorare il grip al posteriore, che qui è molto importante per la gara. Farà una grande differenza negli ultimi dieci giri. La gomma posteriore dura non è male.

LaPresse/Xinhua
LaPresse/Xinhua

Nell’ultima uscita c’era parecchio spinning e questo è un qualcosa su cui dobbiamo lavorare, ma il passo del 1’41” basso non è male. Se pioverà sarà dura, non ho mai guidato la Yamaha sotto alla pioggia, sono curioso di vedere se l’anno scorso ero io o la moto a fare fatica. Ma so che posso essere veloce sotto alla pioggia, perché ho fatto buone gare sia in Moto3 che in Moto2. Valentino Rossi in difficoltà? Inizia con dei problemi, poi domenica è sempre lì. Non voglio concentrarmi su Valentino, voglio pensare a me stesso, al mio team e a dare il massimo. Voglio provare a fare il miglior set-up possibile per la gara, quindi domani è importante fare più giri di fila possibile”.