Graziano Rossi, i consigli a Valentino e quello che manca al Dottore per essere come Vinales

Valentino Rossi ha dimostrato ancora una volta di essere intramontabile: dopo un weekend di prove difficile e complicatissimo, ha tirato fuori dal cilindro una fantastica prestazione che gli ha regalato il secondo podio consecutivo della stagione 2017 di MotoGp.

graziano rossiIl Dottore ha ereditato la passione per i motori da suo padre, che però crede che suo figlio non abbia preso nulla da lui: “per fortuna Valentino non ha preso niente da me, se non la voglia di impennare e di giocare quando il pubblico lo vuole, la voglia di festeggiare i risultati facendo degli ultimi giri meravigliosi, ma per il resto per fortuna non ha preso niente da me“, ha scherzato Graziano Rossi in diretta telefonica a Sky Sport 24.

Ci vuole una bella testa, una testa sbagliata per fare il pilota, che per fortuna valentino non ha, valentino ha messo a punto la sua di testa nel modo più producente possibile“, ha aggiunto il padre del Dottore.

LaPresse/EFE
LaPresse/EFE

Valentino Rossi è un animale da gara e lo ha dimostrato nelle prime due domeniche di sfide in pista, prima a Losail poi a Termas de Rio Hondo, ma adesso deve puntare a raggiungere il suo compagno di squadra, un pelo più veloce: “mancano due o tre decimi al giro da Vinales, io sono sicuro, pur non avendoci ancora parlato dopo la gara, che Valentino sta pensando come ridurre questo gap a zero già dalla prossima gara, perchè il campionato quest’anno Valentino lo vorrebbe a tutti i costi e farà sicuramente di tutto, cercando almeno di giocarselo fino all’ultima gara.

Marquez e Vinales si stanno giocando la loro credibilità l’uno contro l’altro quest’anno quindi qualche errore lo potranno fare per la loro rivalità ma non è di questo che Valentino può usufruire, lui ha bisogno di diventare veloce come Vinales, e di giocarsela con loro alla pari“, ha aggiunto papà Graziano.

“Valentino assolutamente è quello della gara, ha bisogno di una moto messa a punto al 100% e a volte questo gli fa perdere tempo nelle prove, ma Valentino ha bisogno adesso di trovare 2 decimi nei confronti di Vinales ed è solo una questione di entusiasmo, non di tecnica, non di lavoro, li deve trovare dentro la sua testa, secondo me li ha, ha concluso.