LaPresse/Spada

Federico Bernardeschi ha parlato del suo raro infortunio e della sua voglia di tornare a disposizione della Fiorentina e della Nazionale

LaPresse/Marco Bucco
LaPresse/Marco Bucco

Federico Bernardeschi ha dovuto saltare le ultime due uscite con la Nazionale di Ventura per via di un particolare infortunio, che ha impedito all’attaccante di poter rimanere con il gruppo azzurro. Intervistato ai microfoni di Radio Deejay, il numero 10 viola ha parlato dei tempi di recupero: “sto cercando di recuperare il prima possibile, mi piacerebbe essere in campo in queste ultime partite. Il mio infortunio però è piuttosto raro, si tratta di un edema osseo all’interno della caviglia e purtroppo richiede tempo.

Bernardeschi successivamente ha parlato dei risultanti importanti raggiunti fino a questo momento e della sua voglia di mettersi in gioco: “il mio obiettivo è quello di crescere ogni giorno, posso ancora dimostrare tanto, raggiungi risultati importanti se ogni giorno hai una cultura del lavoro e in testa hai come pensiero quello di fare il calciatore senza distrazioni lontano dal campo“. Il giocatore ha anche ammesso di avere un idolo in particolare e ha elogiato la sua capacità nel costante lavoro giornaliero: “io mi ispiro a Cristiano Ronaldo che ha costruito il suo talento con l’etica del lavoro, non come Messi che ha un talento naturale donato dal Signore”.