Coppa Davis, Belgio-Italia, il rammarico di Lorenzi: “Darcis? Bravo e fortunato: ecco dove ho perso il match”

SportFair

Paolo Lorenzi analizza il ko nel match d’esordio in Coppa Davis contro Darcis: nel quarto un pizzico di sfortunata è stata decisiva

Nel quarto set ho avuto le mie chance quanto meno per allungare la partita. Peccato non averle sfruttate“. Il match perso da Paolo Lorenzi contro Steve Darcis si può riassumere tutto in questa frase dell’azzurro: 6-7(3) 6-1 6-1 7-6(4) per l’avversario e Belgio avanti 1-0 nella sfida di quarti di finale di Coppa Davis sul veloce indoor dello Spiroudome di Charleroi. Il 35enne senese ha provato a mettere pressione a Darcis, che in Davis lo scorso febbraio ha praticamente battuto la Germania a Francoforte (il numero uno Goffin non c’era) vincendo i singolari sia con Zverev che con Kohlschreiber. “Peccato per quel primo quindici sul 5-4 in mio favore nel quarto parziale – ripete l’azzurro – servivo per il set, ho fatto serve and volley e giocato un’ottima vole’e ma lui si è inventato un passante di contro balzo pazzesco e un po’ casuale. Dopo aver vinto il primo set al tie break sono un po’ calato al servizio, Darcis è entrato più dentro il campo e per un’oretta buona ha giocato davvero bene. Si spiega così il doppio 6-1. Poi, però, stavo per riaprire la partita e al quinto set in Davis può accadere di tutto. Peraltro sul finire del quarto mi sembrava più stanco e serviva con minor incisività. Non penso di aver fatto scelte sbagliate. Ho cercato sempre di attaccarlo per mettergli pressione soprattutto sul rovescio, ma la superficie veloce e le palline che rimbalzano poco favorivano certamente lui. E’ stato più bravo e più fortunato“. (ITALPRESS)