Atletica-IAAF World Relays: gli Stati Uniti dominano la 4×100 maschile, che disastro per la Giamaica

Nella prima giornata delle IAAF World Relays, gli Stati Uniti fanno la voce grossa nella 4×100 maschile, imponendosi davanti a Barbados e Cina

USA – Giamaica 2 a 1 nella prima giornata delle IAAF World Relays di Nassau, la rassegna mondiale dedicata esclusivamente alle staffette. Alle Bahamas gli statunitesi non hanno rivali nella 4×100 con l’argento olimpico Justin Gatlin che completa agilmente l’opera in veste di ultimo frazionista. 38.43 per il quartetto a stelle e strisce composto anche da Leshon Collins, Mike Rodgers e Ronnie Baker. Solo cinque formazioni su otto conducono il testimone a destinazione: secondo posto per Barbados (39.18), terza la Cina (39.22), mentre con i giamaicani senza Bolt e già out in batteria, in finale cambi sbagliati mettono KO il Canada di Andre De Grasse, i campioni d’Europa della Gran Bretagna e l’Olanda con Churandy Martina. USA a segno anche nella 4×800 femminile (8:16.36) che grazie a Chanelle Price, Chrishuna Williams, Laura Roesler e Charlene Lipsey superano Bielorussia (8:20.07) e Australia (8:21.08). Il riscatto della Giamaica arriva con la 4×200 delle donne capitanata dalla bi-olimpionica Elaine Thompson che prende il largo nella frazione conclusiva e chiude il discorso in 1:29.04 su Germania (1:30.68) e Stati Uniti (1:30.87). Le caraibiche (in squadra anche Jura Levy, Shericka Jackson e Sashalee Forbes), oltre alla vittoria, possono festeggiare il record dei campionati.

AZZURRI OUT – Poca fortuna per la 4×100 azzurra a cui tocca l’ottava corsia della seconda batteria con avversari subito al top. Ai blocchi di partenza c’è Fabio Cerutti (reazione 0.225 allo start per il torinese convocato last-minute a Nassau) con il testimone che poi passa di mano a Eseosa “Fausto” Desalu, Federico Cattaneo e Filippo Tortu. Il vicecampione mondiale under 20 dei 100 metri sfodera puntualmente l’arma del suo lanciato e chiude in quinta posizione. 39.22 per l’Italia Team, mentre davanti De Grasse innesca il turbo sotto la tribuna e rimonta su Gatlin sorpassandolo sulla linea d’arrivo. Il primo scontro tra Canada e USA finisce così 38.21 a 38.22, mentre la Giamaica nella prima batteria perde il testimone al cambio numero 2 (quello tra Bailey-Cole e Minzie) e resta sorprendentemente fuori dai giochi per la finalissima.

A conti fatti il crono degli azzurri sarebbe il nono nel riepilogo delle tre batterie, ovvero il biglietto per la finale B, ma l’improvvisa notizia della squalifica per cambio fuori settore (il primo tra Cerutti e Desalu sarebbe avvenuto prima della zona di cambio) fredda gli animi e le ambizioni dei nostri velocisti. Per la cronaca: Trinidad e Tobago (39.04), Germania (39.15) e Bahamas (39.18) sarà il verdetto della finale B.

DOMANI – Nel day 2 delle IAAF World Relays – in programma nella notte italiana tra il 23 e il 24 aprile – si disputeranno altre sei finali per le medaglie e i pass mondiali per Londra. Nella 4×100 femminile l’Italia andrà in pista con la campionessa europea dei 400 metri Libania Grenot, Gloria Hooper, Anna Bongiorni e Audrey Alloh. Primo round alle 2:10 del 24 aprile, in quinta corsia, opposte tra le altre a Giamaica, Germania e Francia. Quattordici in tutto i quartetti schierati nelle due batterie. La seconda giornata decreterà, quindi, i vincitori anche delle staffette 4×800 e 4×200 maschili, di entrambe le 4×400 (oggi  in batteria migliori tempi per gli uomini di Trinidad e Tobago 3:02.51 e le donne degli USA 3:29.27) e della 4×400 mista.

TV – Domenica 23 aprile sintesi su RaiSport (ore 11.00-13.30) e su Eurosport 2 (10.00-11.00), lunedì 24 aprile sintesi su RaiSport (11.00-12.45) e su Eurosport 2 (12.00-13.00).