La Ducati ha ripensamenti sulla scelta di Lorenzo? Paolo Ciabatti toglie ogni dubbio

Tra 10 giorni vedremo finalmente sfrecciare in pista i campioni della MotoGp per il primo appuntamento stagionale. Già mercoledì sentiremo le loro sensazioni in vista dell’esordio mentre da giovedì inizierà uno straordinario weekend allungato all’insegna di prove libere e qualifiche.

paolo ciabattiTra sensazioni positive e qualche difficoltà i piloti si preparano adesso all’esordio stagionale. Vinales ha stupito tutti, compreso il team Ducati: “è chiaro che Maverick ha già dimostrato lo scorso anno di essere veloce, ora però ha dimostrato di avere un passo gara e una velocità impressionante nei test di quest’anno. E ciò ci ha sorpreso molto“, ha dichiarato Paolo Ciabatti a Marca. “Credo lo siano tutti, perchè ha dimostrato di essere veloce con costanza“, ha aggiunto il direttore sportivo Ducati.

dovizioso lorenzo ciabattiNessun rimpianto quindi nel team di Borgo Panigale: “siamo convinti di aver fatto la scelta giusta per la Ducati e siamo felici. Sarà un Mondiale molto combattuto, perchè ci sono molte moto competitive. Anche l’Aprilia ha dimostrato che è migliorata e che è in grado di fare dei tempi buoni. Abbiamo una delle migliori squadre. Yamaha e Honda sono forti, in Suzuki Rins ha fatto un test formidabile a Phillip Island. Sarà molto interessante e difficile, ma le sfide non ci spaventano“, ha aggiunto.

LaPresse/Massimo Paolone
LaPresse/Massimo Paolone

E’ chiaro che i nostri obiettivi puntano in alto, altrimenti non avremmo fatto una scelta di questo tipo. Il fatto che abbiamo trovato un po’ di difficoltà non ci lascia soddisfatti ma sappiamo in che settori lavorare. Lorenzo è un pilota che spinge al 100% quando la moto è buona. La pista del Qatar in linea di principio è abbastanza favorevole per Ducati, vedremo se confermiamo le prestazioni della nuova moto su questa pista, ma siamo abbastanza tranquilli“, ha continuato Ciabatti.

Il nostro obiettivo è lottare per il podio ogni gara, di essere sempre lì in lotta per il titolo, ma non per forza di doverlo conquistare quest’anno. Pensiamo di più in ottica 2018, quest’anno non deve essere un’ossessione. L’obiettivo di adesso è quello di migliorare le aree in cui abbiamo difficoltà“, ha concluso il ds Ducati.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE