MotoGp, Cecchinello tra obiettivi e conferme: “non escludo Rossi dalla lotta al titolo”

Lucio Cecchinello e la nuova stagione di MotoGp: il dirigente italiano a caccia di conferme

Tra 10 giorni vedremo finalmente sfrecciare in pista i campioni della MotoGp per il primo appuntamento stagionale. Già mercoledì sentiremo le loro sensazioni in vista dell’esordio mentre da giovedì inizierà uno straordinario weekend allungato all’insegna di prove libere e qualifiche.

LaPresse/Costanza Benvenuti
LaPresse/Costanza Benvenuti

Tra soddisfazioni e difficoltà c’è chi va a caccia di conferme, come Lucio Cecchinello e la sua LCR. Il dirigente sportivo italiano spera che il suo uomo, Cal Crutchlow, possa confermare gli ottimi risultati dello scorso anno e svela i suoi obiettivi per il futuro: “Cal ha un grande potenziale e penso possa ripetere i risultati dell’anno scorso, ma pur ammirandolo non lo vedo in lotta per il titolo. Marquez e Vinales hanno qualcosa in più, compreso il numero di persone che lavorano con loro. Speriamo comunque di vederlo battagliare per le prime posizioni in classifica piloti. Il nostro obiettivo è di riuscire a gareggiare con due piloti già dal 2018, mi piacerebbe averne uno più esperto ed accanto uno più giovane, da far crescere in ottica futura. Vorrei anche si trattasse di un giovane italiano, ma non è così facile“, ha dichiarato Cecchinello come riportato da FormulaPassion.it.

LaPresse/Costanza Benvenuti
LaPresse/Costanza Benvenuti

Mentre sui piloti che lotteranno per il titolo Mondiale: “saranno tre o quattro piloti a contendersi il titolo. Uno è Marquez, che conta su una Honda competitiva, ma occhio anche a Vinales, un pilota giovane in una squadra come Yamaha. Non escludo Rossi: anche se non è andato bene nei test, corre da 20 anni ed è sempre vicino al podio“.