ALFREDO FALCONE

Il Sassuolo passa in vantaggio con Defrel, la Roma ribalta tutto nel primo tempo per poi chiudere i conti con Dzeko

Il Napoli chiama, la Roma risponde. L’ennesima puntata del lungo braccio di ferro per il secondo posto sorride ai giallorossi, che nel posticipo della 29esima giornata, batte all’Olimpico il Sassuolo per 3-1 e ricaccia all’indietro gli azzurri di Sarri, vincenti a mezzogiorno in casa dell’Empoli.

Alfredo Falcone - LaPresse
Alfredo Falcone – LaPresse

La truppa di Spalletti soffre nel primo tempo la velocita’ degli emiliani ma alla fine porta a casa i tre punti con merito prima della ‘benedetta’ sosta per la Nazionale. Privo degli infortunati Florenzi e Nura, Spalletti lascia fuori il bomber Dzeko, mettendo davanti Salah con il supporto di Nainggolan ed El Shaarawy. Senza gli indisponibili Antei, Magnanelli, Gazzola e Mazzitelli, Di Francesco non rinuncia certo al suo tridente, composto da Berardi, Defrel e Politano. La partita offre subito emozioni e ribaltamenti di fronte, tanto che al 3′ c’e’ gia’ un’occasione per parte. Letschert sbaglia l’appoggio, Salah si avventa sul pallone ma di sinistro mette a lato; ribaltamento di fronte e Defrel, mancato giallorosso a gennaio, si divora il vantaggio sprecando in curva un assist al bacio di Berardi.

ALFREDO FALCONE
ALFREDO FALCONE

Al 9′ sono i neroverdi a rompere il ghiaccio con una grande azione del suo tridente: Berardi mette al centro, velo di Politano e Defrel la manda dentro di sinistro. Chapeau. Non solo: un minuto dopo ancora la punta francese sfiora il legno con una conclusione sporcata da Fazio. Assorbito il colpo, la Roma reagisce e impatta al 16′: Bruno Peres serve Salah, Paredes giunge a rimorchio e battezza l’angolino lontano con un diagonale chirurgico. I giallorossi cercano il forcing e al 19′ Emerson, con un sinistro terrificante, fa tremare la traversa. Al 19′ Szczesny per poco non combina la frittata, riscattandosi al 20′ con un’uscita provvidenziale su Politano. Ultimi sussulti allo scadere del primo tempo. Al 44′ Emerson salva su Politano il quale, nel primo dei tre minuti di recupero, impegna il portiere giallorosso con un sinistro a giro.

ALFREDO FALCONE
ALFREDO FALCONE

Una manciata di secondi dopo, ecco il 2-1 per i capitolini. Fazio serve El Shaarawy sul filo del fuorigioco, Consigli non blocca la conclusione dell’attaccante giallorosso e Salah, con una spinta sospetta su Peluso, completa la rimonta. In avvio di ripresa, Defrel (costretto poi a uscire per infortunio per Matri) e Salah sono ancora pericolosi, Manolas guadagna applausi per un paio di recuperi da campione, Strootman al 14′ non impegna granche’ l’attento Consigli. Spalletti concede l’ultima mezzora a Dzeko e il bosniaco, al 21′, chiama il portiere ospite all’intervento con una volee all’altezza del dischetto. Dzeko pero’ ha il piede ‘caldo’ e, al 23′, dialoga con Strootman e batte di piatto Consigli firmando, con il suo 31esimo gol stagionale, il 3-1. Dzeko da’ peso all’attacco di casa, Fazio ha qualche amnesia di troppo ma la Roma porta a casa il risultato, prezioso come l’oro, senza particolari patemi e anzi facendo intuire di non avere problemi di tenuta fisica. E di aver dimenticato l’eliminazione dall’Europa League per mano del Lione. (ITALPRESS)