Cessione Milan, il CDA della verità: Gancikoff torna in pista, ma spunta una clamorosa nuova cordata

SportFair

Cessione Milan, spuntano due nuove clamorose ipotesi: Gancikoff e Galatioto pronti a tornare in pista, ma spunta una cordata italiana

LaPresse/Reuters
LaPresse/Reuters

Cessione Milan, torna Gancikoff? – Cessione Milan, il giorno della verità. Almeno per quel che riguarda la trattativa con SES. Perché Silvio Berlusconi potrebbe decidere di chiudere l’affare visto il mancato pagamento dei 320 milioni entro il 3 marzo, tenersi i 200 milioni di caparra già versati e magari vendere il Milan a nuovi soggetti. Nuovi o… ‘vecchi’.

LaPresse/Federico Ferramola
LaPresse/Federico Ferramola

Cessione Milan, torna Gancikoff? – Perché chi sembra essere tornato clamorosamente in pista è Nikolas Gancikoff, colui che insieme a Galatioto fu ‘fatto fuori’ ad agosto dall’affare nella guerra interna vinta da Yonghong Li e Han Li. Ma c’è di più, perché se dovesse saltare l’affare con SES, potrebbe entrare in scena una cordata italiana che in questi ultimi giorni ha lavorato all’ombra (nomi ancora celati nel mistero). Uno scenario davvero clamoroso, ma che forse tranquillizzerebbe i tifosi in queste ore di caso. Le ore della verità, a Casa Milan si decide il futuro del club rossonero.

Leggi anche —> Cessione Milan, Galliani allo scoperto: “niente closing, ecco i motivi. E sul futuro…”

Condividi