LaPresse

Il Sudafrica pensa al nuovo allenatore, tra i candidati al ruolo di CT anche Giovanni Trapattoni e Roberto Mancini

LaPresse/Piero Cruciatti
LaPresse/Piero Cruciatti

Il Sudafrica chiama Trapattoni – Alla soglia dei 78 anni – li festeggerà il 17 marzo prossimo – Giovanni Trapattoni non ha alcuna intenzione di andare in pensione. La Federcalcio sudafricana (Safa), dopo aver cacciato nello scorso dicembre Ephraim ‘Shakes’ Mashaba per le critiche pubbliche ai vertici federali, cerca un nuovo ct e sono oltre 60 le candidature arrivate. Fra queste c’è quella del Trap, la cui ultima esperienza in panchina risale ormai alle qualificazioni per i Mondiali del 2014 con l’Irlanda, ma in corsa c’e’ anche un altro tecnico italiano, Roberto Mancini, fuori dal giro da quando, nello scorso agosto, ha lasciato l’Inter.

action Images/lapresse
action Images/lapresse

Il Sudafrica chiama Trapattoni – Fra gli altri candidati citati dalla Safa anche Lothar Matthaus, esonerato dalla Bulgaria nel settembre 2011, e Bernd Schuster, che nel maggio 2014 non si e’ visto rinnovare il contratto dal Malaga. Puntano al posto di ct dei Bafana Bafana anche Hugo Broos, tecnico del Camerun che ha appena vinto la Coppa d’Africa, Hasan Shehata e Samson Siasia. La Federazione ha nominato una commissione, in cui figurano anche gli ex nazionali Lucas Radebe e Benni McCarthy, che avra’ il compito di selezionare una serie di candidati da sottoporre all’attenzione della stessa Safa (ITALPRESS).