Nesta
LaPresse/Settonce Roberto

Intervistato dal Corriere dello Sport, Alessandro Nesta rivela che nel 2002 aveva accettato il trasferimento alla Juventus, salvo poi trasferirsi al Milan

Intrecci di mercato, retroscena che vengono fuori a distanza di quindici anni. Alessandro Nesta poteva diventare un calciatore della Juventus, a rivelarlo è lo stesso ex difensore della Nazionale italiana adesso allenatore dei Miami Fc.

Jonathan Moscrop
Jonathan Moscrop

Interrogato su quel difficile agosto del 2002 quando lasciò la Lazio per il Milan, Nesta sottolinea come qualche mese prima si era chiusa la trattativa per il suo trasferimento alla Juve: “ho vissuto male quell’agosto – commenta Nesta i microfoni del Corriere dello Sportnon volevo andare via all’inizio, me lo dissero con sei-sette mesi d’anticipo, poi arrivai all’ultimo giorno di mercato convinto che non sarebbe successo nulla. Mi ritrovai da Formello a San Siro in poche ore, fu un giorno particolare e non potevo essere felice. Dopo sono stato felicissimo, perché il Milan mi ha dato tantissimo e per tanti anni, ma quel giorno non lo ero. Prima della fine del campionato dovevo andare alla Juve, sembrava fatta, poi era nato un discorso con l’Inter. A metà agosto era finito tutto, gli ultimi giorni di mercato rivenne fuori il Milan, ma l’operazione venne chiusa proprio nelle ultime ore. Diciamo che era quello il mio destino. Nedved un anno prima era andato via, la società era in difficoltà, sennò un giocatore come Nedved non lo vendi“.