dppi/lapresse

Il capitano azzurro della Nazionale di Fed Cup dà la scossa alla sua Nazionale: fra cambio generazionale e spazio ai giovani, ecco il futuro dell’Italia

LaPresse/Alfredo Falcone
LaPresse/Alfredo Falcone

Intervistata ai microfoni di SuperTennisTv, il capitano della Nazionale italiana di Fed Cup, Tathiana Garbin, è tornata a parlare della situazione delle azzurre in vista degli impegni futuri. La Nazionale è alle prese non soltanto con l’incubo della retrocessione in ‘Serie C’, ma anche con un cambio generazionale che tarda ad arrivare. La Garbin ha spiegato senza mezzi termini che il ciclo delle grandi del passato (Schiavone, Pennetta ecc.) è ormai finito e serve dare spazio ai giovani.

“Diciamo che stanno cambiando delle cose. Ora è finito il ciclo delle varie Schiavone, Pennetta, ecc. Sono giocatrici che hanno finito o stanno finendo la propria carriera e stanno lasciando spazio alle giovani – ha dichiarato la Garbin – É importante far crescere bene queste ragazze e renderle al più presto competitive in questa manifestazione, ma anche favorire una loro crescita sportiva e tennistica in generale. È proprio per questo che tra poco partirò con loro per la Cina, nonostante abbiano già il loro allenatore. Seguirò da vicino il loro percorso proprio per arrivare in piena forma al prossimo appuntamento di Fed Cup. Oltre alle due ragazze che avete visto in campo (Paolini e Trevisan, ndr) c’è un movimento. Ci sono tante ragazze sono più o meno equidistanti in classifica, attorno alla 200esima, 250esima posizione e così via. Ma sono tutte ragazze che hanno tanta voglia di emergere“.