LaPresse/Reuters

Garbine Muguruza ha analizzato il rapporto fra tennis e social: più affetto dai tifosi, ma anche più esposizione a criche e insulti. Ecco cosa ne pensa la spagnola

Con il continuo sviluppo dei social è diventato più semplice connettersi con chiunque, in particolare con personaggi famosi e atleti che abbiano un profilo ufficiale. Nonostante i tantissimi messaggi di sostegno, i complimenti e gli auguri che ricevano ogni giorno, non mancano i messaggi colmi di odio ed insulti a cui gli atleti sono esposti quotidianamente. In una recente intervista al quotidiano ‘Marca’, Garbine Muguruza si è espressa su questo delicato argomento. “Credo che uno dei danni più gravi prodotti da internet sia l’aver cancellato la mediazione, l’equilibrio di giudizio – ha spiegato la spagnola – Oggi mi odiano, domani mi amano. Francamente mi sono stancata, e ho gettato la spugna. Non leggo più nulla, e se vengo a sapere che qualcosa è stato detto sul mio conto lo accetto. Tanto non cambierà mai niente: se oggi perdo sono da buttare, ma se domani vinco scriveranno hey, Garbiñe, quello che hai fatto è incredibile!“.